Play-off Serie D girone G : Sardegna protagonista

Pubblicato il autore: Fabio Faiola Segui

Ultima fatica prima del rompete le righe per Lanusei e Latte Dolce, che si affrontano per la finale che stabilirà la squadra vincitrice per la lista di ripescaggio in Lega Pro.
Entrambe le compagini hanno dato vita ad una Regular Season entusiasmante, soprattutto il Lanusei, che se l’è giocata fino alla fine con l’armata irpina dell’Avellino, il quale, dopo una lunga rincorsa di 37 giornate, è riuscito ad agguantare gli ogliastrini ,per poi batterli nello spareggio di Rieti del 12 maggio per 2 a 0, mettendo fine ai sogni di gloria della squadra di Mr. Gardini. Il Sassari Calcio Latte Dolce ha conquistato abbastanza agevolmente il quarto posto , con 71 punti , frutto di 19 vittorie, 14 pareggi e 5 sconfitte, con all’attivo 56 reti fatte e 32 goal subiti, il Lanusei invece ha chiuso la stagione regolare appaiata al primo posto all’Avellino, con 83 punti, con 25 vittorie, 8 pareggi e 5 sconfitte, 62 reti fatte e 30 subite, risultando la migliore difesa del girone. Durante il campionato le squadre si sono affrontate all’andata nell’11ma giornata a Lanusei, quando ancora nessuno avrebbe mai immaginato quello che sarebbe successo dopo e, l’incontro, terminò 0 a 0 con il risultato finale tutto sommato equo. Al ritorno, in occasione della 30ma giornata del 3 marzo, il Lanusei la spuntò in rimonta per 2 a 1, dove al goal del bomber sassarese Palmas, rispose il cannoniere Bernardotto con una doppietta, che siglò al 90mo il goal del sorpasso  e quindi, consolidò il primato in classifica. Per i 2000 tifosi sassaresi significò l’addio definitivo ai sogni di un ipotetico primato. Per quanto riguarda il cammino nei Play-off, il Latte Dolce ha avuto la meglio, sorprendentemente, sulla terza forza del girone G  , il Trastevere, battuto nettamente fuori casa per 3 a 0, con reti di Scanu, Palmas e Cabeccia, senza lasciare rimpianti agli avversari, crollati in modo inesorabile tra le mura amiche. I Lanuseini, invece, dopo aver smaltito la delusione dello spareggio di Rieti, hanno sconfitto in casa il Cassino, squadra con il migliore attacco del girone, con il cecchino Marcheggiani, vincitore della classifica cannonieri con 24 reti. Il Lanusei, dopo essere passato in svantaggio, con goal di Centra, ha recuperato, pareggiando , a pochi minuti dalla fine(83mo), grazie anche ad un’uscita goffa del portiere cassinate e la squadra deve ringraziare il cielo, perché, già contro il Budoni, si salvò in extremis grazie ad un’uscita altrettanto goffa del portiere budonese; l’autore del pareggio Sicari portava, così, ai supplementari le squadre, dove Demontis, al 114mo min. firmava il goal della vittoria per la gioia di tutta la comunità sarda. Ora, parlare del grosso dispiacere della mancata promozione diretta in Lega Pro del Lanusei, sarebbe superfluo, perché è stato già detto e scritto tutto, però va sottolineato che la squadra del Presidente Arras ha dato vita ad una stagione memorabile sotto ogni punto di vista, mentre per i sassaresi, l’obiettivo di inizio stagione è stato centrato, e quindi, la Sardegna, domenica, non potrà che festeggiare, perchè chiunque vinca, rappresenterà un’intera regione. Per fare qualche cenno statistico, il Sassari Latte Dolce ha un età media di 24.1 anni e, durante il campionato, ha ottenuto una media di 1.5 goal a partita ,con Palmas  autore di 12 reti e, per quanto riguarda il fire-play, è risultata una delle squadre più corrette in campo , infatti, ha avuto solo 12 cartellini gialli e, addirittura, 0 espulsioni, mentre il Lanusei vanta un’età media ancora minore, di 22.5 anni, con 1.6 goal di media a partita, con Bernardotto autore di 16 goal, risultando un po’ fallosa con al passivo 22 ammonizioni e 3 espulsioni,dato che dimostra il grande agonismo dei Gardini-boys.
Domenica, per gli oltre 1000 spettatori del Lixius, sarà  una grande festa : unico neo, non parteciperà Bernardotto sul campo, perché ha concluso la sua stagione ed è in procinto di passare in Lega Pro, voci di corridoio lo indirizzano alla Vibonese. Per concludere, i Mister Stefano Udassi e Aldo Gardini, hanno portato lustro a tutta la Sardegna calcistica.

potrebbe interessarti ancheProgrammazione Dazn dal 20 al 23 settembre: in Serie A Milan-Inter. Spazio anche a NFL, Serie B, UFC e MLB
potrebbe interessarti ancheConsigli Fantacalcio Serie A 2019-2020, 4.a giornata: ecco chi schierare nella formazione titolare

notizie sul temaMilan-Inter streaming gratis e diretta tv DAZN1, dove vedere il derby 21 settembreJuventus-Verona streaming e diretta Tv Serie A: dove vedere il match del 21/9Frosinone-Venezia: diretta tv in chiaro e streaming, dove vedere Serie B, 20 settembre
  •   
  •  
  •  
  •