Squalificati Serie A: Insulti a Giacomelli, 2 giornate di stop a Montella. Le altre decisioni del giudice

Pubblicato il autore: Davide Corradini Segui


L’allenatore della Fiorentina Vincenzo Montella non potrà sedere in panchina nello scontro salvezza contro il Genoa a causa delle due giornate di squalifica ricevute dal Giudice sportivo per insulti agli arbitri e per aver sferrato un pugno a un cartellone, che cadendo ha poi colpito uno steward. Inibito inoltre fino al 31 maggio 2019, sempre per insulti, anche il club manager della Fiorentina Giancarlo Antognoni.

La situazione in casa Fiorentina, come si sa non è delle migliori. Dall’arrivo di Montella i viola non hanno mai vinto, anzi, hanno raccolto più sconfitte che vittorie e domenica si giocano il tutto per tutto nella sfida salvezza contro il Genoa. A complicare le cose ci ha pensato lo stesso Montella, che è stato fermato dal giudice sportivo per espressioni ingiuriose agli ufficiali di gara e per aver, dopo l’espulsione, sferrato un pugno ad un cartellone pubblicitario la cui caduta ha ferito lievemente uno steward.

potrebbe interessarti ancheCoppa Italia, ecco dove vedere gratis in tv le partite di oggi

Squalificati Serie A, tutti i giocatori che saltano l’ultima giornata di campionato

Mano pesante del giudice sportivo anche nei confronti di Federico Barba del Chievo, squalificato per tre giornate: il calciatore, al momento dell’espulsione per un grave fallo, avrebbe inoltre rivolto al direttore di gara “un’espressione ingiuriosa”. Chi invece non sarà presente nell’ultima giornata di Serie A ci sono Bernardeschi (Juve) e Pezzella (Genoa), espulsi dal campo e per i diffidati Correa (Lazio), Hateboer (Atalanta), Koulibaly e Loureiro Marques (Napoli), Matuidi (Juve), Stepinski (Chievo) e Zeegelaar (Udinese).

potrebbe interessarti ancheFiorentina-Cittadella streaming gratis e diretta tv Coppa Italia, oggi 3 dicembre dalle 21

Oltre ai giocatori sopra indicati, sono state multate anche alcune società. La prima società ad essere multata è stata il Napoli: i partenopei sono infatti costretti a pagare 10.000 euro a causa di uno striscione contenente frasi gravemente offensive nei confronti della tifoseria della squadra avversaria (Inter). Stessa cifra anche per la Roma, a causa del lancio in campo, da parte dei suoi tifosi, di due fumogeni che avevano costretto l’arbitro della gara a interrompere il gioco per alcuni motivi.

notizie sul temaFiorentina-Lecce streaming Dazn e diretta tv Serie A, oggi 30 novembre dalle 20.45Fiorentina-Lecce 14.a giornata di Serie A, le probabili formazioni: le scelte di Montella e LiveraniFiorentina-Lecce, parla montella in conferenza:”Sono carico, è il momento della svolta”
  •   
  •  
  •  
  •