Conte si presenta all’Inter: “Mai più pazza Inter, qui voglio vincere”. La Curva Nord gli risponde

Pubblicato il autore: Davide Corradini Segui


Per carisma, esperienza ed ambizioni è la miglior scelta possibile (e anche la più costosa) che Suning potesse fare per sostituire un allenatore che comunque per due anni di fila l’obiettivo Champions l’ha centrato. Eppure l’annuncio di ieri mattina dell’ ingaggio di Antonio Conte ha già spaccato in due la tifoseria: una parte dei tifosi infatti ha puntato il dito contro il tecnico salentino, quasi ad indicarlo come una sorta di nemico in casa. Sono passate meno di tre ore dall’ investitura di Conte, e fra un caffè e un rapido sguardo ai giornali la Curva Nord si è già schierata contro il nuovo allenatore. Il motivo? La colpa è dovuta alla lunghissima militanza in una società da cui ci riteniamo lontano anni luce per stile e valori è indelebile, fanno sapere tramite un comunicato apparso su Facebook la Curva. E continuano affermando che il trascorso da juventino dell’ ex c.t. e le infinite battaglie in campo contro l’Inter, non piacciono alla parte più calda del tifo organizzato, che sempre su facebook puntualizziamo in maniera ferma e decisa che la Curva Nord non può certo dimenticare il suo passato bianconero e giudiziario. Accettiamo il fatto che da certi sospetti si sia svincolato espiando le sentenze che l’hanno riguardato… ma noi non siamo la Juve, per noi vincere non è l’unica cosa che conta. La nostra preoccupazione riguarda soprattutto l’aspetto morale. Essere interista significa vincere nel rispetto dell’avversario, accettare la sconfitta, le sentenze e non cercare alibi. Buon lavoro a mister Conte con l’augurio di dimostrarci presto di essere all’altezza dell’Inter.

potrebbe interessarti ancheIcardi, spunta una “dead-line” per accasarsi alla Juve: poi sarà assalto del Napoli. il punto

Il forte dissenso della Nord è stato riferito a Conte mentre lo stesso era in viaggio verso Madrid con l’ad Marotta e tutto lo stato Maggiore. Nessuna riposta polemica da parte del nuovo tecnico, che punta invece sulla grande dedizione al lavoro per far ricredere gli scettici: “Io so di portare aspettative per quello che ho fatto in passato, per la mia storia calcistica, per le mie vittorie – ha spiegato. Sono molto alte anche per me, sono il primo a mettermi grande pressione. Vivo per il mio lavoro, per cercare di fare meglio e per vincere”. Una mano a Conte potrà darla certamente un interista doc che nelle prossime settimane tornerà alla casa madre, parliamo di Lele Oriali, non a caso citato nel comunicato della Nord. Nei giorni scorsi c’è stata una cena in cui hanno partecipato Zhang, Marotta, Conte e lo stesso ex mediano: l’accordo fra Inter e l’attuale team manager dell’ Italia verrà formalizzato dopo gli impegni della Nazionale e già questo potrebbe riportare un po’ più di serenità fra i tifosi, che ora aspettano di conoscere anche la strategia della società in chiave mercato e sul futuro di Mauro Icardi.

Mercato Inter, la questione Icardi e i primi nomi per la stagione che verrà

In chiave mercato, Conte non si è sbilanciato sulla questione Icardi e ha precisato che non ha avuto nessun contatto con Icardi stesso, poiché ha appena assaporato l’aria nerazzurra e vuole entrare con le mani e con i piedi per terra nella sua nuova sfida. La sensazione è che Conte voglia risolvere la questione in fretta, senza alcun pregiudizio. Il bomber argentino è stato chiaro: vuole restare all’ Inter, ma l’allenatore detterà le sue regole. Lukaku, Dzeko e Dybala restano nel mirino, ma a Conte adesso interessa solo il concetto di gruppo, condizione essenziale per tornare a vincere.

potrebbe interessarti ancheInter, Lewandowski torna di moda? Il Bayern ci pensa, Werner può sbloccare la situazione

Aver portato l’ex tecnico del Chelsea in nerazzurro significa avere in mente un progetto ben chiaro: puntare su un allenatore aggressivo ma pure vincente. Con una scarica di adrenalina nella fase iniziale in grado di far sognare. E questo è ciò che chiederà papà Zhang ad Antonio nel primo ed importante faccia a faccia.

notizie sul temaAmichevoli Inter estate 2019, il calendario completo dei match dei nerazzurri: si parte per l’AsiaIcardi alla Juventus? Il retroscena di Pistocchi sull’incontro tra Marotta e ParaticiCalciomercato Inter: non solo Lukaku, giorni decisivi per Dzeko
  •   
  •  
  •  
  •