Massara candidato favorito come Ds del Milan?

Pubblicato il autore: Federico Iacopini Segui


Il Milan ha la responsabilità di ripartire e di onorare quanto fatto di buono in questa stagione per puntare, nel corso della prossima, all’ingresso alla Champions League. La rosa attuale rappresenta una buona base da cui costruire, ciononostante mancano ancora degli elementi alla rosa e serve scovare i profili adatti. Per farlo bisogna avere gli addetti ai lavori giusti. Leonardo e Gattuso hanno lasciato, Giampaolo è a un passo, Maldini si sta ambientando nel suo nuovo ruolo e necessita di collaboratori all’altezza. Ecco spuntare Frederic Massara come candidato favorito per il ruolo di uomo chiave nel mercato milanista. Dopo il no di Igli Tare per la stessa poltrona, i rossoneri hanno virato sull’ex dirigente della Roma per sostituire Leonardo. L’esperienza non manca di certo al dirigente originario di Torino, il quale nel mondo del calcio ha fatto praticamente tutto; dall’86 al 2003 calciatore professionista, con un curriculum nel quale sono segnate, tra le altre, squadre del calibro di Palermo, Torino e Pescara. Una volta ritiratosi ha fatto il vice allenatore a Pescara, Benevento e Martina. Dal 2011 è partita la sua carriera da dirigente, nella quale ha avuto un maestro di eccellenza: Walter Sabatini. Con l’ex dirigente di Sampdoria, Inter e Roma è stato parte dell’organigramma di Palermo e Roma. In sicilia ha contribuito ha scovare talenti del calibro di Javier Pastore, Josiph Ilicic e Abel Hernandez. Nella sua esperienza in casa giallorossa, insieme a Sabatini, ha portato alla Roma giocatori come Strootman, Lamela e Pjanic, senza dimenticare Marquinos e Benatia. Nell’ambiente italiano è conosciuto e rispettato, è un conoscitore del calcio giovanile, il che non può che far bene al Milan. Un ulteriore punto a suo favore è l’amicizia con il prossimo allenatore del Diavolo, Marco Giampaolo. I due si sono conosciuti ai tempi del Fidelis Andria e conservano un buon rapporto da allora. Da tempo il Milan ha problemi di incompatibilità fra i gusti tecnici e calcistici di dirigenti e allenatori, con solo qualche parentesi di concordia (Mirabelli-Gattutso); questo rende ancora più importante lo sbarco di Massara a Milanello, sempre in attesa dell’ufficialità di Giampaolo. Inoltre va tenuto a mente il possbile ritorno di Boban come figura intermedia tra i dirigenti di massimo livello (Gazidis) e i dirigenti tecnici (Maldini). Il Milan ci riprova, nuovo giro e nuova corsa, Maldini al comando (con forse Boban), Giampaolo in panchina e Massara al suo fianco come uomo mercato, basterà per la rinascita del Diavolo? Intanto le voci di mercato si fanno sempre più insistenti, con alcuni dei pupilli dello stesso Giampaolo che diventano nomi caldi. Praet e Andersen sembrano essere i prescelti a seguirlo dalla società genovese, senza poi contare altri favoriti del tecnico, come Torreira e Muriel, che sono entrati nel radar dei rossoneri. Anche la rosa attuale sarà presto sottoposta ad attenta revisione, con alcuni big (vedi Suso) non più sicuri di rimanere e altri già dati per partenti (Calhanoglu) pronti ad un rilancio, in virtù delle differenze tattiche tra Giampaolo e Gattuso. Altre sorprese potrebbero arrivare da chi è rientrato dai prestiti, infatti è possibile che Andrè Silva possa avere una seconda occasione. Il Milan scalda i motori per il mercato e la prossima stagione…

potrebbe interessarti ancheMilan, Demiral resta un sogno? Pronto l’assalto ad un altro centrale della Juve
potrebbe interessarti ancheRoma-Pro Calcio Tor Sapienza 12-0: prestazione sontuosa per i giallorossi (video highlights)

notizie sul temaModric-Milan, salta tutto? Il croato non è convinto della proposta rossoneraAmichevoli Roma 2019: il calendario completo dei giallorossiCalciomercato Milan, Bonaventura cambia i piani rossoneri? Suso ago della bilancia
  •   
  •  
  •  
  •