Inter, il punto sul calciomercato: tre possibilità per Icardi, lo United fa ‘muro’ su Lukaku

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui


Dopo l’ufficializzazione di Antonio Conte come nuovo tecnico dell’Inter, la dirigenza nerazzurra, nei prossimi giorni, proverà a regalare all’ex allenatore del Chelsea dei buoni innesti per completare la rosa anche prima della tournée estiva. Marotta e Ausilio nelle ultime ore sono a lavoro su più fronti: innanzitutto si cerca di risolvere al meglio la ‘grana Icardi’ (dopo il placet di Conte per una sua eventuale partenza), poi ci sono movimenti sul fonte delle plusvalenze da effettuare entro fine mese e infine si cercano nomi interessanti per migliorare la squadra.

Per quanto riguarda il fronte Icardi, secondo quanto riportato da eurosport, per il calciatore argentino si profilano tre possibilità per il suo futuro e quello dell’Inter.

Rebus Icardi: tre possibilità per il futuro

potrebbe interessarti ancheSassuolo-Inter streaming gratis e diretta tv DAZN1, dove vedere il match Serie A 20 ottobre

La prima possibilità, quella meno probabile, è quella di un chiarimento con Antonio Conte e di una sua permanenza in nerazzurro. Le qualità dell’asso argentino certamente non sono mai state messe in discussione ma, a quanto trapela dalla stampa, il tecnico salentino vuole stroncare sul nascere tutti i problemi che ci sono stati nel corso della scorsa stagione e che hanno influito sul rendimento della squadra. Questa possibilità appare molto complicata anche in virtù del fatto che l’ex capitano dell’Inter, non sarebbe più un titolare indiscusso ma un ottimo elemento nella rosa.

La seconda possibilità è quella relativa alla cessione alla Juventus. L’entourage dell’argentino ha più volte affermato di trovarsi molto bene in Italia, quindi una cessione all’estero del calciatore appare sempre più improbabile. Scartate almeno per il momento le ipotesi Roma e Napoli, l’unica possibilità rimane quella della squadra bianconera, ormai prossima ad annunciare Maurizio Sarri come prossimo allenatore. Secondo la Gazzetta dello Sport, questa rimane una pista molto concreta ma molto complicata, anche perché si dovrebbe realizzare con lo scambio con il connazionale Paulo Dybala, oggetto del desiderio di Marotta e Conte.

La terza ipotesi è quella dell’irrigidimento ulteriore dei rapporti tra Icardi e la dirigenza interista, che porterebbe ad una sorta di ‘muro contro muro’, con l’esclusione dell’argentino dal raduno estivo. Questa è l’ipotesi meno conveniente per entrambe le parti in causa e quindi difficilmente si arriverà a questa situazione.

potrebbe interessarti ancheZlatan Ibrahimovic alla Gazzetta: “Vedendo l’amore di Napoli mi verrebbe quasi la voglia di provare un’esperienza lì”

Calciomercato in entrata: lo United frena il sogno Lukaku

Per un Icardi in partenza, l’Inter cerca uno o anche due attaccanti che possano sostenere il reparto offensivo in tutte e tre le competizioni in cui i nerazzurri saranno impegnati. Tra i nomi più in ‘auge’ vi è certamente quello dell’attaccante bosniaco Edin Dzeko, l’Inter dopo aver ottenuto il sì del calciatore, deve trovare ancora l’accordo economico con i giallorossi. Intanto arrivano conferme dal Ct della Bosnia che ha affermato che Dzeko cambierà squadra ma probabilmente rimarrà in Italia.
Il sogno però è rappresentato da Lukaku, il calciatore belga da sempre apprezzato da Antonio Conte e che ha rilasciato delle dichiarazioni positive nei confronti del club nerazzurro. Il Manchester United però, fino ad ora, ha sparato alto, valutandolo sugli 80 milioni e chiedendo in cambio Milan Skriniar, ritenuto incedibile dalla dirigenza nerazzurra. Eppure l’esperienza del belga con la maglia dei ‘Red Evils’ sembra ormai ai titoli di coda vista la sua assenza nella campagna abbonamenti e come testimonial della prima maglia.

notizie sul temaLigue 1, il quadro della decima giornata:inseguitrici alla caccia del PsgProbabili Formazioni Serie A, 8a giornata:Inter senza Sanchez, Higuain dal 1′?Moggi rivela: “Lukaku all’Inter? La Juventus voleva solo far alzare il prezzo. Ibrahimovic, futuro in Italia”
  •   
  •  
  •  
  •