Mendy, dalla sedia a rotelle al Real Madrid

Pubblicato il autore: SimonaLucia93 Segui


La storia del giovane calciatore, Ferland Mendy, è di grande esempio per tutti coloro che nella vita si lasciano abbattere dalle piccole difficoltà. Una storia, la sua, fatta di grande coraggio, impegno e dedizione verso il suo amato mondo del calcio.

Mendy e il rischio di non poter più camminare

La storia di Mendy fa capire a tutti che non bisogna mai abbattersi, ma occorre lottare per i propri sogni. Bisogna sempre essere forti. Difatti, il giovane calciatore francese di 24 anni, ha un passato molto travagliato. Come moltissimi adolescenti, il suo sogno era quello di giocare a calcio e di diventare uno tra i più bravi calciatori esistenti. Purtroppo, a soli 14 anni, il suo desiderio è stato stroncato da una malattia all’anca. Infatti, Mendy ha avuto una brutta artrite all’anca che lo ha costretto a stare su una sedia a rotelle per un periodo. D’altronde, date le sue condizioni dopo l’operazione, i medici gli hanno comunicato che non solo non avrebbe potuto giocare a calcio, ma probabilmente non sarebbe più stato in grado di camminare.

Il giovane Mendy non si è lasciato scoraggiare. Anzi, ha lavorato duramente affinché riuscisse ad alzarsi da quella sedia a rotelle, muovendo i suoi passi verso il suo sogno più grande. Piede dopo piede, è riuscito a diventare un calciatore, dando il buon esempio a tutti coloro che si abbattono e si arrendono dinanzi ogni piccola difficoltà. “Sono stato su una sedia a rotelle per un po’ e ho trascorso sei, sette mesi in ospedale a fare riabilitazione. Così ho potuto camminare di nuovo” – ha così dichiarato il difensore francese.

potrebbe interessarti ancheBale via dal Real Madrid il prossimo anno, questa volta veramente

L’ascesa di Mendy nel Real Madrid

Dopo tanta riabilitazione e tantissima forza di volontà, Mendy ha ripreso ad allenarsi. Per due anni ha giocato in serie B nel club francese Le Havre. Non era abbastanza per lui, difatti il giovane calciatore ha lottato con le unghie e con i denti per migliorarsi, al punto da – contro ogni aspettativa – entrare a far parte addirittura del Real Madrid. “Sono sempre stato felice e rilassato, ma con tutto quello che è successo, ho capito che bisogna sfruttare al meglio la propria vita. Bisogna sempre fare le cose che ci piacciono“.

La notizia dell‘ingresso nel Real Madrid di Mendy, è stata ufficializzata e, il suo acquisto, è valso ben 48 milioni più 5 di bonus. L’accordo tra il difensore francese e il club è stato firmato fino al 30 giugno 2025. Da tempo Mendy era stato ben osservato da Zidane e Perez, fino al momento dell’accordo firmato. Ieri, inoltre, il giovane calciatore è stato presentato durante una conferenza stampa.

potrebbe interessarti ancheReal Madrid-Club Brugge 2-2 (Video Highlights): Sergio Ramos e Casemiro evitano una clamorosa sconfitta

Mendy non nasce come difensore, ma giocava come attaccante esterno e ha sempre dimostrato una forte determinazione. Successivamente, è stato messo in difesa. Stando a quanto dichiarato da Gergaud a Bleacher Report, “La prima cosa che ho notato, è stata la sua tecnica e il suo rapporto con la palla, in particolare il dribbling. Ha superato altri giocatori con facilità grazie alla tecnica e alla velocità. Era molto, molto veloce“.

Dopo tre stagioni ne Le Havre, due nel Lione, adesso per il giovane Mendy si è spalancata una strada che potrebbe portarlo ad altissimi livelli: il Real Madrid.

notizie sul temaAtletico Madrid-Real Madrid 0-0 (Video Highlights Dazn): pari e patta al Wanda Metropolitano, Zidane resta in testaPsg-Real Madrid 3-0 (Video Highlights): una doppietta di Di Maria e una rete di Meunier affossano le MerenguesAmiens-Lione 2-2: Bodmer salva i padroni di casa nel recupero
  •   
  •  
  •  
  •