Milan, con un piede fuori dalla Europa League, ma con un calciomercato vivo

Pubblicato il autore: Pietro D'Alessandro Segui


L’arrivo di Zvonimir Boban ha galvanizzato l’ambiente rossonero e riacceso gli animi da troppo tempo quasi rassegnati a campionati di transizione.
Vero è che finora le bandiere hanno dato scarsi o appena accettabili risultati, vedasi Leonardo, Seedorf, Pippo Inzaghi, Gattuso, ma indubbiamente l’attaccamento alla maglia ha avuto ed ha tuttora un significato. D’altra parte la signorilità con la quale Gattuso si è fatto da parte merita il rispetto di tutti i tifosi, non solo di quelli rossoneri.
Chi più di Paolo Maldini e di Zvonimir Boban può essere simbolo di una volontà decisa di rinverdimento degli antichi allori?

potrebbe interessarti ancheInter e Milan: 6 studi in lizza per il nuovo stadio, ma il Comune può opporsi

Calciomercato Milan: meglio fuori dall’Europa League?

Intanto è necessario una volta per tutte uscire fuori dall’incubo del “fair play finanziario”.
Da troppo tempo ormai qualunque prospettiva di mercato deve fare i conti con il rispetto, o meglio, con il mancato rispetto dei parametri imposti dall’Uefa in materia di conti. Tra condanne, ricorsi e rinvii, ancora appare incerta la possibilità che gli uomini di Giampaolo possano partecipare alla prossima edizione di Europa League, il cui sorteggio, tra l’altro, è previsto proprio oggi.
In questa atmosfera che impedisce una serena e adeguata programmazione, in considerazione del fatto che difficilmente si potrà ottenere entro il 2021 il pareggio di bilancio richiesto dall’Uefa, si sta facendo avanti l’ipotesi, come riportato da “La Gazzetta dello Sport” oggi in edicola, di accettare l’esclusione di un anno dalle coppe europee, negoziare con i vertici del calcio europeo un risanamento dei conti meno traumatico e permettere a Giampaolo di concentrarsi esclusivamente sul campionato e sulla Coppa Italia.

potrebbe interessarti ancheCorrea-Depay, la coppia da sogno che potrebbe rilanciare il Milan di Giampaolo

Calciomercato Milan: nel mirino Diawara e Mykolenko

Il calciomercato Milan, nelle more della risoluzione delle controversie con l’Uefa, è quanto mai vivo.
Dopo la definizione dell’acquisto di Rude Krunic, un altro centrocampista è al centro dell’interesse della dirigenza rossonera. Si tratta del 21enne Amadou Diawara, centrocampista guineano alla corte di Carletto Ancelotti. Mediano classico, Diawara risulterebbe utilissimo negli schemi di Giampaolo per l’abilità nel saper interrompere le trame avversarie e immediatamente proporre fulminee ripartenze.
L’altro nome nel taccuino di Boban è Vitalij Mykolenko, ucraino di 20 anni, difensore della Dinamo Kiev. Pupillo di Shevchenko, che lo ha fatto esordire nella Nazionale ucraina, Mykolenko è un terzino sinistro dalle spiccate caratteristiche offensive.

notizie sul temaMilan, piace Angel Correa dell’ Atletico Madrid: le condizioni per averloMilan, Demiral resta un sogno? Pronto l’assalto ad un altro centrale della JuveModric-Milan, salta tutto? Il croato non è convinto della proposta rossonera
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: