Storie di calcio: il Lecce di Zeman

Pubblicato il autore: Gianmarco Mannara Segui

Dopo un decimo posto e un’altra salvezza facile, la dirigenza del Lecce decide di passare il testimone da Delio Rossi al boemo Zdenek Zeman.
Come tutti sappiamo il gioco dell’allenatore ceco è marcatamente offensivo, un 4-3-3 dove si pressa alto e non si lascia respiro agli avversari. Siamo nel 2004. Il Lecce segna 66 reti stagionali, uno in meno della vecchia signora Juventus che quell’anno si laurea campione d’Italia.
La serie A però è un campionato molto tattico, dove è importante difendersi e cercare di fare un goal in più degli avversari, la Juve questo lo sa bene; il Lecce un po’ meno: 73 goal subiti, peggiore difesa del campionato che costò l’undicesimo posto in classifica ai giallorossi.
Si potrebbe parlare di vittoria mutilata, certo: sopratutto dopo un’annata in cui i Salentini espressero un calcio magistralmente ottimo, almeno nella fase offensiva, che si sa: è la preferita di Zeman.
Il loro inizio di stagione fu impeccabile, a dicembre erano terzi in classifica dietro la Juve e il Milan degli olandesi. Uno dei risultati più importanti della società.
A beneficiare dell’idea di calcio portata da Zeman furono sopratutto Cassetti e Vucinic che poi furono venduti entrambi alla Roma; il primo riuscì persino a debuttare in nazionale mentre il secondo fu uno dei capisaldi di una squadra che avrebbe vinto lo scudetto capitanata da Conte.
Il montenegrino in quell’anno riuscì persino ad eguagliare il miglior marcatore della storia del Lecce: il signor Ernesto Chevanton, con 19 reti.
Zeman però non aveva solo Cassetti e Vucinic, poteva annoverare tra le sue file anche due giocatori d’eccezione come Valdes e Ledesma, capaci di far girare il pallone e di trovare il varco giusto anche quando gli dei del calcio ti chiudevano la porta in faccia.
Il gioco di Zeman, per certi versi, può essere accumunato a quello di Liverani che finalmente è riuscito nell’ardua impresa di riportare il Lecce dove merita di essere. E speriamo, anche di farci rivevere le emozioni di quella meravigliosa annata del 2004.

potrebbe interessarti ancheProbabili Formazioni Serie A, 8a giornata:Inter senza Sanchez, Higuain dal 1′?
potrebbe interessarti ancheJuventus-Bologna streaming Dazn e diretta tv Serie A, dove vedere match 19 ottobre

notizie sul temaMilan-Lecce streaming e diretta tv, dove vedere Serie A domenica 20 ottobre ore 20:45Moggi rivela: “Lukaku all’Inter? La Juventus voleva solo far alzare il prezzo. Ibrahimovic, futuro in Italia”Napoli-Hellas Verona, non solo sfida in campo, ma anche sugli spalti
  •   
  •  
  •  
  •