Nicolas Pépé: ecco chi è l’attaccante del Lilla che piace a mezza Europa

Pubblicato il autore: Luca Piedepalumbo Segui


Giovani talenti del calcio e campionato francese vanno spesso a braccetto. A tal proposito, un importante prospetto è attualmente rappresentato da Nicolas Pépé in forza al Lilla. Si tratta di un forte attaccante di origini ivoriane, nato a Mantes-la-Jolie il 29 maggio 1995, autore di ben 22 gol in Ligue 1. Nicolas Pépé è stato fortemente voluto al Lille da Marcelo Bielsa. El loco, che ha guidato la squadra francese nella stagione 2017-2018, lo aveva notato tra le fila dell’Angers. L’ivoriano, infatti, è stato grande protaginista nella cavalcata della sua ex squadra fino alla finale di Coppa di Francia persa poi contro il Psg. Tuttavia, il definitivo salto di qualità è arrivato sotto la guida dell’attuale tecnico del Lille Christophe Galtier.

STORIA E CARATTERISTICHE DEL TALENTO DEL LILLE

Nicolas Pépé, a differenza di tanti suoi colleghi più o meno illustri, non è cresciuto in prestigiose academy, cantere o vivai. Nel suo passato, infatti, ci sono tante squadre di provincia e dunque tanta gavetta Le prime tracce del franco-ivoriano risalgono alla stagione 2012-13 quando a 17 anni giocava nel Poitiers, quinta serie francese. Viene successivamente notato dagli osservatori dell’Angers e acquistato dalla squadra allora militante in Ligue 2. Pépé dovrà accontentarsi, però, di giocare prevalentemente nella squadra B. La svolta arriva con il prestito all’Orleans in France National (terza divisione), dove mette in mostra tutto il suo talento e le sue capacità di finalizzazione. L’anno successivo l’Angers lo riporta alla base e gli affida un ruolo da protagonista per il campionato di Ligue 1. Il 21 giugno 2017 passa al Lilla con cui firma un contratto di cinque anni.

potrebbe interessarti ancheBarcellona-Maiorca streaming Dazn e diretta tv Liga, oggi 7 dicembre dalle 21

Nicolas Pépé, tra i migliori giovani talenti del calcio in circolazione, può essere considerato a tutti gli effetti il prototipo dell’attaccante moderno. Brevilineo, agile e capace di giocare in più ruoli offensivi. La versatilità rappresenta una delle sue caratteristiche più importanti. Pépé, infatti, è capace di giocare indifferentemente da esterno offensivo sulla corsia di destra, ruolo che gli permette di accentrarsi per calciare con il mancino, da punta centrale o anche sull’out di sinistra. Si tratta di un calciatore dotato di grande tecnica e classe cristallina. L’arma letale di Pépé, tuttavia, è rappresentata dalla progressione palla a piede e dalle sue repentine accelerazioni: caratteristiche che fanno del franco-ivoriano un calciatore difficilmente arginabile e vero e proprio incubo delle difese avversarie.

LA NAZIONALE E IL FUTURO DI NICOLAS PEPE

Nicolas Pépé, nonostante sia nato in Francia, ha scelto da giovanissimo di rappresentare il paese dei suoi genitori. Dunque, ha prima giocato per la Costa d’Avorio Under 23, poi ha fatto il suo esordio in Nazionale maggiore il 15 novembre 2016 nel match amichevole contro la Francia. Attualmente conta ben dieci presenze e tre gol con la maglia degli Elefanti.

potrebbe interessarti ancheLazio-Juventus: streaming e diretta tv Serie A, dove vedere il match sabato 7 dicembre

Nicolas Pépé, a suon di gol e ottime prestazioni, ha attirato l’attenzione dei maggiori club europei. La squadra maggiormente interessata al talento franco-ivoriano sembra essere al momento il Napoli di Carlo Ancelotti. Pagato 10 milioni di euro, Pèpè, secondo il presidente del Lille Gerard Lopez, vale 80 milioni di euro. La cifra è senz’altro esagerata, però le prestazioni sono eccelse e in tanti lo hanno paragonato addirittura a Neymar. La concorrenza per l’attaccante del Lilla è nutrita, ma il Napoli si è mosso con largo anticipo. Il futuro del giovane talento è tutto un’incognita. Ormai, tra i giovani talenti del calcio, non si può non menzionare il giovane Nicolas.

notizie sul temaReggina-Viterbese streaming gratis e diretta Tv Serie C: dove vedere il match dell’8/12Lazio-Juventus, probabili formazioni: Sarri sceglie Dybala, Inzaghi con il dubbio Bastos-Luiz FelipeAtalanta-Hellas Verona e quell’inspiegabile rimessa laterale che ha portato all’1-0
  •   
  •  
  •  
  •