Serie A, Sky-DAZN fanno flop. I tifosi non guardano più il calcio in tv?

Pubblicato il autore: Giuseppe Biscotti Segui

Sky-DAZN non ci siamo, i tifosi non si abbonano più. La stagione di Serie A 2018/19 è andata in archivio con l’ottavo scudetto consecutivo dei bianconeri ma c’è da registrare un calo evidente degli abbonati alle pay tv. La ripartizione dei diritti televisivi tra Sky (sette partite in esclusiva alla settimana) e la piattaforma streaming DAZN (tre partite in esclusiva alla settimana) non ha funzionato, il considerevole aumento dei costi per la visione completa dei match del campionato italiano ha pesato per la maggior parte dei tifosi. Il Fatto Quotidiano ha analizzato i dati degli ascolti tv e degli abbonati dell’ultimo anno ed ha lanciato un campanello d’allarme in un articolo-inchiesta: “La grande fuga dalla serie A. Altro che effetto Ronaldo! L’audience è crollata del 30%. Il doppio abbonamento DAZN-Sky ha fatto scappare i tifosi, costretti a pagare di più per vedere meno (e male). DAZN non ha dichiarato il numero di abbonati che, però, il Fatto è in grado di svelare: circa 1,3 milioni, dei quali 1 milione condiviso con Sky, numero insufficiente per far quadrare i conti. Dai 4 milioni medi di Sky-Mediaset si è passati a 3,3-3,5, con una riduzione di 700-500 mila abbonati”.

potrebbe interessarti ancheAmichevoli Inter estate 2019, il calendario completo dei match dei nerazzurri

Sky-DAZN in perdita? I motivi della crisi. Il calo vertiginoso dei numeri delle pay tv ha rispecchiato il malcontento generale di una buona fetta di tifosi che ha preferito non sottoscrivere il doppio abbonamento. Sta pesando anche la netta supremazia della Juventus che ha vinto l’ottavo scudetto consecutivo con estrema facilità togliendo interesse per un esito del campionato sempre più scontato, ma la causa principale è da riscontrare nell’aumento dei fenomeni di pirateria televisiva. In Italia sono sempre di più i consumatori che disdicono l’abbonamento alle pay tv per sottoscrivere Iptv illegali che offrono la visione dei canali di Sky, DAZN e Netflix ad una cifra compresa tra i 10 e i 15 euro mensili. Il fenomeno è sempre più crescente, 4,6 milioni di abbonamenti illegali, e sta causando conseguenze economiche negative in tutto il settore. I ricavi sottratti dalla pirateria sono stimati sopra il miliardo di euro, con 5.700 posti di lavoro a rischio e una perdita di PIL pari a 369 milioni di euro. Quali saranno ora le contromosse delle pay tv? DAZN Sky abbasseranno i prezzi? Non ci resta che aspettare la prossima stagione.

potrebbe interessarti ancheDecreto Dignità, stop alla pubblicità sulle scommesse. Cosa cambia per la Serie A?

notizie sul temaItalia-Giappone: streaming e diretta tv Mondiali pallanuoto maschile, mercoledì 17 luglioGenoa-Wacker Innsbruck: streaming e diretta tv dell’amichevoleFabbiano-Travaglia, Atp Umago oggi 16 luglio: il vincente affronterà Fognini al 2° turno
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: , ,