6 settembre 2004, inizia la scalata del Napoli dalla C alla Champions

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

potrebbe interessarti ancheNapoli-Hellas Verona streaming gratis e diretta tv Sky: dove vedere il match 19/10 ore 18

15 anni fa, precisamente il 6 settembre 2004, un produttore cinematografico, Aurelio De Laurentiis, prendeva la presidenza del Napoli, fallito dopo la decisione di Carraro, allora presidente della Figc.
Allora il Napoli era gestito da Naldi e Corbelli, che successero a Corrado Ferlaino, che riempì il Napoli di debiti,  portando la società al disastro economico. Nel mese di luglio, si propose Gaucci, ex presidente del Perugia, che accese l’entusiasmo dei napoletani, ma poi mestamente si scansò.
Allora, si presentò, De Laurentiis, che con il calcio non aveva mai avuto rapporti. Pagò i debiti, comprò il titolo in tribunale e chiamò la società Napoli Soccer, che passò poi in Ssc Napoli.
Non c’era un centro sportivo, non c’erano palloni, né una sede sociale.
De Laurentiis ingaggiò Pierpaolo Marino come direttore sportivo, e Giampiero Ventura come allenatore, che dovette mettere su una squadra con pochi minuti nelle gambe, poca preparazione. I calciatori più significativi erano il “pampa” Sosa, Francesco Montervino, Gennaro Scarlato, come capitano.
La prima partita, con il Cittadella, vide 60.ooo spettatori al San Paolo, e gli azzurri pareggiarono 3-3.
Ed ora?  Il Napoli, dopo 15 anni di progetti, crescita costante in serie A, due Coppe Italia, una Supercoppa Italiana, ed uno Scudetto soffiato, è tra le migliori squadre e società in Italia. In Europa è 16mo nel ranking, e da 10 anni, è l’unica squadra sempre qualificata tra Champions League ed Europa League.

potrebbe interessarti ancheAnche nel basket si canta “Vesuvio lavali col fuoco”

notizie sul temaNapoli-Hellas Verona, non solo sfida in campo, ma anche sugli spaltiNapoli-Verona probabili formazioni, Serie A 2019-20Napoli, la vittoria di Di Lorenzo convocato in Nazionale
  •   
  •  
  •  
  •