Atalanta, contro la Lazio tra verità e polemiche

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

Nella maggior parte dei casi si dice che l’invidia è una brutta bestia; specialmente in un contesto così delicato come quello calcistico. Ieri pomeriggio nel match contro la Lazio è successo di tutto e di più: in particolar modo nel post partita dove Gian Piero Gasperini ha polemizzato in maniera costruttiva il primo rigore assegnato ai padroni di casa, e successivamente sia Simone Inzaghi che la società biancoceleste hanno ribattuto la questione tra comunicati e dichiarazioni che hanno creato polemiche. Il modo in cui si è svolta la vicenda (analizzando anche attraverso i social) fa capire quanto l’Atalanta sia un profilo non solo grande, maturo ma soprattutto invidiabile.

potrebbe interessarti ancheAtalanta, Duvan Zapata pronto al ritorno

ATALANTA ORMAI UNA GRANDE: UN FASTIDIO PER MOLTI – Da quattro anni a sta parte l’Atalanta ha dimostrato una crescita tale da essere considerata grande sotto tutti i punti di vista: gioco, intensità, fame, unità e voglia di vincere. Non solo: dal punto di vista societario si sono fatti grandi passi in avanti tra stadio, marketing, sponsor, tutela del “prodotto Atalanta”, incontro con i tifosi e tutela sul territorio bergamasco. Tutto molto bello, ma dall’altra parte crei una vera e propria invidia da parte di gente che non vuole accettare l’idea di vedere una “provinciale” al tavolo delle big. Certo, non stiamo parlando di complottismi nei confronti della Dea, ma se c’è un gruppo che fa gola a tutti, esso è proprio l’Atalanta. Dietro a frasi tipo “Sono solo una sorpresa. Si esaltano troppo, quanto sono miracolati”, c’è tantissima invidia: chi non vorrebbe trovarsi in un contesto così meraviglioso come quello atalantino? La risposta è semplice, nessuno.

potrebbe interessarti ancheAtalanta-Dinamo Zagabria biglietti, i settori esauriti e disponibili

VERITÀ E TANTA MATURITÀ SOCIETARIA (QUELLA NERAZZURRA) – Nel post partita, tenendo presente che l’Atalanta ha delle sue colpe sulla rimonta laziale (aldilà degli episodi), Gian Piero Gasperini ha rilasciato delle dichiarazioni, a caldo, nei confronti del rigore assegnato: analizzando con moviola alla mano il “presunto” fallo di Palomino. La Lazio non ha preso benissimo la cosa, ed oltre alle parole di Simone Inzaghi, rilascia un comunicato provocatorio nei confronti del tecnico di Grugliasco. La società Atalanta non sta di certo a guardare: con grande maturità, correttezza, chiarezza ed oggettività, dirama una risposta nella quale sottolinea che dire la propria opinione (sempre attraverso l’educazione) è legittimo senza sé e senza ma. Staremo a vedere se le polemiche andranno avanti nei prossimi giorni, ma una cosa è certa: l’Atalanta non solo è grande in campo, ma anche in contesti come questo (nel bene e nel male).

notizie sul temaAtalanta-Juventus, tutto esaurito al Gewiss Stadium di BergamoAtalanta, contro la Juventus quanto pesano le assenze di Ilicic e Malinovskyi?Atalanta-Juventus probabili formazioni, le scelte di Gasperini e Sarri
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: