Conte con la febbre, il vice Stellini:”C’è stato un blackout che dev’essere analizzato”

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui

Head coach Antonio Conte of Inter Milan reacts as he watches his players competing against Paris Saint-Germain F.C. during their International Super Cup football match in Macau, China, 27 July 2019. Portuguese midfielder Joao Mario scored the final spot-kick as Inter Milan beat Neymar-less Paris Saint-Germain on penalties in Macau on Saturday (27 July 2019). (Photo by Stringer – Imaginechina/Sipa USA)

È un’Inter dal doppio volto quella uscita vittoriosa a Reggio Emilia con un rocambolesco 3-4: nei primi 70 minuti si è vista una squadra quadrata, con le idee chiare, che aggredisce l’avversario nella propria metà campo, con Lautaro e Lukaku in versione super mentre, per i restanti trenta minuti, si è osservata una squadra incapace di tenere il possesso palla, che ha sbagliato tante palle in uscita, interpretazioni e che ha rischiato di farsi riacciuffare.Probabilmente la causa del calo drastico dell’intensità e dell’attenzione, è da attribuire alle sostituzioni adoperate dal tecnico Antonio Conte per far rifiatare alcuni uomini chiave in vista del complicato ciclo di partite che aspetta i nerazzuri nel prossimo mese. Non è un caso che le due reti del Sassuolo che hanno rimesso in discussione la vittoria dell’Inter, siano arrivate subito dopo la doppia sostituzione di Candreva e Lautaro con Lazaro e Politano.
Da lì a poco sono arrivati i due goal del Sassuolo che hanno portato il punteggio sul 3-4 e, lo stesso allenatore dell’Inter, si è sgolato per far reagire i suoi calciatori che erano entrati in uno stato confusionale e d’insicurezza generale che ha rischiato di rovinare quanto di buono fatto nei settanta minuti precedenti in un campo storicamente difficile per i nerazzurri.

Antonio Conte, per motivi di salute, non si è presentato ai microfoni di Dazn. A commentare ed analizzare la prestazione dell’Inter è andato il suo vice, Cristian Stellini, che ha così spiegato l’assenza del tecnico nerazzurro nel post partita:”Conte è un po’ provato perché aveva un po’ di febbre già prima della partita. Vive ogni gara intensamente, è stanco ed un po’ di problemi intestinali lo hanno tenuto lontano dalle interviste”.

potrebbe interessarti ancheSconcerti profetico: “Sabato ci sarà il sorpasso dell’Inter sulla Juventus. Il Napoli rischia di perdere contro il Milan”

In merito all’analisi dell’anticipo domenicale di Serie A andato in scena al Mapei Stadium, il vice allenatore sembra concorde nel sottolineare quanto di buono fatto nei primi settanta minuti di gioco e della brutta gestione dei suoi calciatori negli ultimi 20 minuti:”Riprendere il cammino dopo le soste non è mai facile, coi giocatori che arrivano tardi dalle Nazionali ci sono sempre difficoltà. Oggi dopo 70 minuti buonissimi dove abbiamo dominato abbiamo avuto le difficoltà, c’è stato un black-out che andrà analizzato. Abbiamo ripreso bene il cammino ma dobbiamo lavorare ancora. Sono venute meno le energie, fisiche e mentali, il Sassuolo ha aumentato i ritmi e non abbiamo avuto le occasioni per portare palla avanti. Abbiamo perso due palloni che ci sono costati due ripartenze dove ci siamo fatti trovare scoperti. Per il Sassuolo sono stati due gol facili. Dobbiamo lavorare su questi aspetti per eliminare questa pazza Inter.”

Uno dei protagonisti di questa vittoria è stato certamente Romelu Lukaku che, dopo le ultime uscite, aveva ricevuto una buona dose di critiche sulle sue prestazioni. In merito a queste voci l’attaccante belga ha affermato che non le ha mai prese in considerazione e che continua a lavorare e ad allenarsi per la squadra e per migliorare l’affinità con i compagni.

potrebbe interessarti ancheTorino-Inter probabili formazioni: le scelte di Mazzarri e Conte

Insomma nel complesso si è vista comunque una buona Inter che ha vinto una trasferta molto complicata e ha vuto ottime risposte in zona offensiva, ma siamo sicuri che Antonio Conte non è affatto felice della gestione finale del match che ha rischiato di rovinare il tutto.

notizie sul temaInter o Juventus: a chi farà bene la sosta?Calciomercato Inter, Marotta scatenato: De Paul e gennaio, Kulusevski a giugnoInter-Hellas Verona 2-1: i nerazzurri fanno 30 e lode!
  •   
  •  
  •  
  •