Invasione militare turca e saluto militare dei calciatori, l’Uefa dov’è?

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

potrebbe interessarti ancheLazio-Juventus: streaming e diretta tv Serie A, dove vedere il match sabato 7 dicembre

Come sappiamo in questi giorni tiene banco l’argomento dell’invasione turca in terra curda, con Erdogan che ha ordinato all’esercito, di sganciare ordigni, bombe in un territorio, la Siria che vede la prevalenza dell’etnia curda. L’Onu sta tentando di far cambiare idea al presidente turco, che risponde: “vi inonderemo di rifugiati”.
Bambini, donne ed anziani in fuga, tutti parlano, ma nessuno muove un dito.
E ci si mettono anche i calciatori turchi. Si, in questi giorni l’attaccante della Roma, Cengiz Under, e lo juventino Ramih Demiral sui loro profili twitter hanno postato immagini di saluto militare, e sono stati bersagliati di critiche, da tutti, anche dai loro tifosi. Si leggono frasi del tipo “leva la maglia della Roma, per fare quel gesto”. 
E ieri, la Turchia, dopo aver battuto l’Albania di Edy Reja al 90′ , ha voluto festeggiare sotto le curve e le tribune dello stadio del Fenerbahce il Sukru Saracoglu, fermandosi e facendo il saluto militare, d’accordo con le azioni del governo e dell’esercito turco.
E l’Uefa? cosa fa? si parla tanto di pace, rispetto, lotta al razzismo,ma questo è un gesto che non può essere accettato. Calciatori che prendono fior di milioni, potrebbero essere rappresentanti delle beneficenza, ed invece sostengono guerra, morte e sofferenze.

potrebbe interessarti ancheInter-Roma streaming gratis e diretta tv Serie A, dove vedere il match oggi dalle 20.45

notizie sul temaInter-Roma, precedenti e statistiche: giallorossi imbattuti da tre stagioniNapoli, tanti auguri allo stadio San PaoloJuventus-Torino streaming gratis e diretta Tv Campionato Primavera: dove vedere il match del 7/12
  •   
  •  
  •  
  •