Atalanta, de Roon troppo importante a centrocampo

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

L’Atalanta di Gian Piero Gasperini sta disputando fin dalla prima giornata una grandissima stagione: uno dei miglior attacchi della Serie A, gioco bello da vedere e mentalità vincente, per non parlare del gran numero di elementi che il mister di Grugliasco può sfruttare a pieno grazie al suo classico 3-4-1-2. Oltre al tanto citato trio offensivo, c’è anche un buonissimo centrocampo: sostenuto in particolar modo da un giocatore che definire “importante” è poco. Stiamo parlando ovviamente di Marten de Roon: pedina dalla grande grinta che non deve mai mancare, anche se quando è in “giornata no” si fa un po’ più di fatica.

potrebbe interessarti ancheShakhtar-Atalanta diretta tv e streaming: dove vedere il match

BUONISSIMA PARTENZA: CERTEZZA NERAZZURRA – De Roon, come tutto il resto della squadra, è stato protagonista di una grande partenza anche dal punto di vista tecnico: in dieci presenze ha segnato un goal (contro la Roma), ed è stato autore di due assist decisivi per la Dea (Genoa e Udinese). Sotto il profilo della grinta e di quello che da a centrocampo è impeccabile: fisico, testa, buono a costruire, sempre pronto a fare “il lavoro sporco” recuperando tanti palloni in mediana. Dati e contesto che ne fanno di lui un perno della rosa (forse fin troppo consolidato).

potrebbe interessarti ancheAtalanta-Milan biglietti, i settori del Gewiss Stadium a disposizione

SENZA DI LUI SI FA MOLTA FATICA (BRUTTO SEGNALE?) – Tutto molto interessante e per nulla preoccupante, ma c’è un piccolo problema che colpisce l’Atalanta proprio a centrocampo: la sua assenza oppure quando non è in forma, influiscono molto la mediana. Certo, capita a tutti di essere in “giornata no”, ma quando tocca a Marten si fa molta più fatica del previsto: costruzione lenta e macchinosa, palloni persi e poca incisività sul pressing. De Roon dipendenti? Assolutamente no, l’Atalanta ha gli uomini giusti per compensare la sua assenza sul campo (tipo Pasalic), ma Marten riesce a dare quel qualcosa in più: il classico passo più lungo della gamba. Aspetto decisivo per un’Atalanta consolidata nelle posizioni alte della classifica di Serie A.

notizie sul temaAtalanta, Luis Muriel in goal ma serve fare di piùAtalanta, Marten De Roon protagonista dentro e fuori dal campoAtalanta, contro il Verona vincente e grande (aldilà del gioco)
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: