Fantacalcio, i top e i flop della 13° giornata

Pubblicato il autore: Mirko Mantica Segui

La tredicesima giornata si è conclusa ieri sera col posticipo Spal – Genoa, che non ha visto nessuna delle due squadre imporsi sull’altra. Rossoblu e ferraresi che dunque non riescono ad abbandonare la zona retrocessione insieme allo spento Brescia, sconfitto per 3-0 da una pirotecnica Roma. Un gradino più su c’è il Lecce, che blocca sul 2-2 al ’90 l’ascesa del Cagliari. Bene invece Juventus, Inter e Lazio che battono rispettivamente Atalanta, Torino e Sassuolo, andando ad occupare le prime tre posizioni della classifica. Nel mezzo due pareggi, quello tra Milan e Napoli, partita spenta come l’1-1 finale, e il derby emiliano tra Bologna e Parma, 2-2. Bene anche il Verona, che batte in casa la Fiorentina, e la Sampdoria che ribalta il risultato in casa contro l’Udinese.
Una giornata non troppo sorprendente in termini di risultati, ma che ha delineato come sempre gli uomini copertina e quelli che hanno agito nell’ombra, andiamo dunque a scoprire chi sono.

potrebbe interessarti ancheInter, Lukaku racconta il suo rapporto con Conte:”Dice in faccia se sbagli”

TOP

In porta brilla come al solito Handanovic. Miracoloso nel primo tempo con una parata d’isitinto per la quale ha meritato pienamente il 7+1 della rete inviolata. Ottimo anche Szczęsny, capace di respingere quasi tutti gli attacchi bergamaschi tranne nell’occasione del gol, sulla quale non può nulla ma che sancisce il 6 fantacalcistico. Non troppo impegnato Silvestri contro una sterile Fiorentina, prestazione da 6 che coi bonus arriva a 7 per la rete inviolata, la quinta stagionale.
A guidare i top in difesa troviamo sicuramente la coppia romanista formata da Smalling e Mancini. L’inglese oltre a mettere a referto il suo secondo gol stagionale, confeziona anche l’assist per il collega Mancini, incrementando il suo 7,5 di 4 punti bonus. A segno anche Gosens, che conferma la sua straordinaria stagione. Da annotare anche le prestazioni di Calderoni, autore di un altro gol importantissimo dopo quello allo scadere contro il Milan, e di Acerbi sempre diligente ed oramai fedele al 6,5 in pagella. A centrocampo spicca la consueta prestazione di Kulusevski, che grazie al gol viene premiato con un 10,5. Bene anche Bonaventura al ritorno da titolare: migliore in campo per i Rossoneri e autore del gol che permette alla squadra di Pioli di portare a casa 1 punto sciapo. Altro assist invece per Luis Alberto, ottavo +1 stagionale primo nella speciale classifica dei top 5 campionati. Nuovamente a segno Nainggolan, che nonostante una sostanziosa prestazione non va oltre al 9,5 di valutazione. Davanti non si può non menzionare Higuain, vero mattatore della Juventus a Bergamo grazie alla doppietta e l’assist per un 14 complessivo. Segna ancora Lukaku, decimo +3 stagionale, come lui Immobile, che sembra non fermarsi più. Dopo la doppietta contro il Bologna si ripete con la Lazio, Ciccio Caputo, sancendo il suo 6° centro stagionale.

potrebbe interessarti ancheConsigli Fantacalcio Serie A 21.a giornata: ecco chi schierare nella formazione titolare

Ciro Immobile of SS Lazio Roma 01-09-2019 Stadio Olimpico Football Serie A 2019/2020 SS Lazio – AS Roma Photo Andrea Staccioli / Insidefoto/Sipa USA

FLOP

In porta la delusione più grande è Olsen. Reduce da ottime prestazioni, si lascia andare sul piano caratteriale dopo il rigore subito, scatenando il parapiglia che gli costa il rosso e il 4 come Fantavoto. La valutazione peggiore del turno però è di Gollini, che crolla quando la Juventus esce dal guscio: 2 malus compresi. Rimaniamo sempre a Bergamo, dove il povero Palomino è colpevole in almeno due reti, e la redazione di Fantacalcio.it lo punisce con un 5 di valutazione, che insieme all’ammonizione conferma il 4,5 finale. Stessa sorte per Tomiyasu che al rientro dall’infortunio, è spesso disattento, come nell’occasione del gol di Iacoponi. Male anche Bremer, il quale non riesce a vincere un solo duello contro lo strapotere fisico di Lukaku. Passiamo ora al centrocampo, dove troviamo Biglia, apparso lento e confusionario per la manovra rossonera, 5. Chi ha fatto peggio però è Jajalo, che a causa del secondo giallo lascia in 10 l’Udinese costretta poi a capitolare. Per il bosniaco un 4,5 che diventa 3,5 con il malus. Pessimo anche Tabanelli, colpevole nel regalare l’assist a Nainggolan e di sparare alle stelle in posizione ottimale. Davanti spazio a Barrow, che si incarica sulle spalle il rigore che potrebbe portare in vantaggio l’Atalanta ma che puntualmente spara sulla traversa. Si rifà con l’assist per Gosens, ma quell’errore pesa troppo nel 3,5 finale. Spreca tanto anche Alfredo Donnarumma, sopratutto nel primo tempo e il 5 di valutazione fa rimpiangere le prime giornate. Torniamo però a Milano, sponda rossonera, dove Piatek sembra essere sempre più un caso. Da cecchino la scorsa stagione a mistero in questa, con un 4,5 di valutazione che non spegne i punti interrogativi dei tifosi.

Krzysztof Piatek Milano 31/08/2019 Stadio Giuseppe Meazza Football Serie A 2019/2020 AC Milan – Brescia Calcio
Photo Daniele Buffa / Imagephoto / Insidefoto/Sipa USA

notizie sul temaInter Cagliari probabili formazioni: sarà esordio per Young?Juventus-Roma, le probabili formazioni: Higuain e Douglas Costa titolariJuventus-Parma 2-1, la Juventus allunga sull’Inter
  •   
  •  
  •  
  •