Inter-Hellas Verona 2-1: i nerazzurri fanno 30 e lode!

Pubblicato il autore: Giuseppe Colicchia Segui

INTER-HELLAS VERONA 2-1: I NERAZZURRI FANNO 30 E LODE

Ancora un’altra rimonta, ancora un’altra vittoria di squadra e di carattere. Recuperare rapidamente dopo la sconfitta di Dortmund ancora “cocente” (come riportato da Conte stesso) non era affatto facile, specie contro questo Hellas Verona che fa del reparto difensivo il suo punto forte (prima di questa partita era la miglior difesa del campionato). La squadra di Conte ha saputo reagire al gol subito nel primo tempo, trovando una vittoria più che meritata grazie alla prodezza balistica di Barella.
“Fare 31 punti in 12 partite è un bel bottino, non era nemmeno nelle più rosee aspettative, mettiamo del fieno in cascina.” – dice Antonio Conte nel post-partita – “Mi sento di ringraziare questi ragazzi, che hanno buttato ancora il cuore oltre l’ostacolo. Stiamo crescendo a livello di mentalità”.

potrebbe interessarti ancheFiorentina-Inter streaming gratis e diretta tv Serie A, dove vedere il match 15 dicembre

INTER-HELLAS VERONA 2-1: I NERAZZURRI FANNO 30 E LODE – RECORD DI PUNTI

31 punti in 12 partite, oltre ad essere un bottino superiore alle aspettative del tecnico stesso, rappresentano anche un record di punti per la storia dell’Inter. In 111 anni di storia, infatti, nessun allenatore era riuscito a partire meglio di Conte (che supera i 30 punti conquistati dall’Inter di Spalletti nel 2017-2018).
In fin dei conti l’Inter e i suoi tifosi non possono che essere soddisfatti dell’inizio di campionato della squadra: in 12 partite, 10 vittorie, 1 pareggio contro il Parma e 1 sconfitta nello scontro diretto contro la Juventus.  I nerazzurri volano in testa alla classifica, aspettando di vedere il match tra Juventus e Milan di Domenica sera.

potrebbe interessarti ancheEuropa League: tutte le squadre qualificate ai 16esimi, Inter tra le teste di serie nel sorteggio di Nyon

INTER-HELLAS VERONA 2-1: I NERAZZURRI FANNO 30 E LODE – ANALISI DEL MATCH

Gli uomini di Conte iniziano il match un po’ al rilento, amministrando il gioco ma senza mai accelerare e senza trovare i varchi giusti nella difesa avversaria. Al 17′ il Verona si procura un rigore per fallo di Handanovic in uscita su Zaccagni: dal dischetto si presenta Verre che non sbaglia e porta i suoi in vantaggio. L’Inter, dopo aver ricevuto lo “schiaffo” del gol subito, cerca subito di recuperare lo svantaggio e comincia ad accumulare occasioni da gol: due volte Lukaku, la traversa scheggiata da Brozovic e il salvataggio sulla linea sul tiro di Vecino. Il primo tempo termina quindi con il vantaggio dell’Hellas Verona. Alla ripresa l’Hellas di Juric si chiude ancor più di quanto fatto nel primo tempo: chiaro l’intento di difendere il vantaggio a tutti i costi, cercando eventualmente di ripartire in contropiede. L’Inter del secondo tempo è ancora più determinata e cerca il gol con tutta se stessa: alza di molto la linea difensiva con i tre centrali che giocano il pallone stabilmente a centrocampo, sugli esterni il funambolo Lazaro salta i propri avversari e cerca di creare occasioni da gol, mentre Biraghi è in difficoltà (sostituito per Candreva al 63′). Un po’ di imprecisione nei tiri e nell’ultimo passaggio non  permette all’Inter di trovare il gol: Lautaro e Lukaku continuano a sbattere contro il folto muro giallo alzato dal Verona, quasi a formare un pullman posteggiato davanti la porta di Silvestri. Al 65′ ci pensa Vecino a pareggiare il match: sventagliata di Bastoni che trova Lazaro sulla destra, l’austriaco crossa al centro e Vecino stacca di testa e insacca il pallone alle spalle del portiere avversario. I nerazzurri continuano a spingere con ferocia alla ricerca del gol del vantaggio che non arriva fino all’83’, quando Barella si inventa un gol da cineteca: prodezza balistica per il centrocampista azzurro che si accentra e calcia a giro da fuori area col pallone che termina la propria corsa sotto l’incrocio dei pali. Nel finale di partita l’Hellas non riesce ad attaccare concretamente la porta difesa da Handanovic, così il match termina con il risultato di 2 a 1 in favore dei nerazzurri.

notizie sul temaProbabili Formazioni Serie A 16esima giornata: Dybala dal 1′?Moggi: “Inter in Europa League? Che vantaggio per la Juventus. Spalletti allenerà la Fiorentina. Gattuso al Napoli? Compito arduo”Biraghi e il parastinco di Inter-Barcellona: “Vae victis”, guai ai vinti. Polemiche sui social
  •   
  •  
  •  
  •