Niente multa per Ronaldo, la società ‘perdona’ il portoghese

Pubblicato il autore: Mario Saccomanno Segui

Sono molti gli aspetti da evidenziare rispetto a quanto accaduto nell’ultima sfida di campionato tra Juventus e Milan andata in scena all’Allianz Stadium e conclusa con l’ennesima vittoria dei bianconeri che ritornano in vetta alla classifica superando l’Inter di Conte che, ancora una volta, ha dimostrato di saper uscire da una situazione complicata battendo per due a uno il Genoa in rimonta.

 

190810 Coach Maurizio Sarri of Juventus during the International Champions Cup match between Atletico Madrid and Juventus on August 10, 2019 in Stockholm. Photo: Kenta Jönsson / BILDBYRAN / Cop 210 fotboll football international champions cup juventus atletico madrid bbeng *** 190810 Coach Maurizio Sarri of Juventus during the International Champions Cup match between Atletico Madrid and Juventus on August 10, 2019 in Stockholm Photo Kenta Jönsson BILDBYRAN Cop 210 football football international champions cup juventus atletico madrid bbeng, PUBLICATIONxNOTxINxDENxNORxSWExFINxAUT.

 

La Juventus fatica a creare occasioni da rete

La Juventus non ha brillato. Sono molti i giocatori che fanno faticato a dimostrare le proprie qualità e al momento i bianconeri sembrano dipendere completamente, almeno nella fase offensiva, dagli strappi e dalle accelerazioni che solo può dare Douglas Costa. Se la bellezza del goal siglato contro il Borussia Dortumund parla da sé, è sempre il brasiliano a dare linfa vitale alle azioni degli uomini di Sarri che, per un’intera partita hanno cercato inutilmente di trovare spazi utili a creare occasioni da rete agli uomini di Pioli e che solo dall’ingresso in campo del brasiliano hanno mostrato spunti offensivi, come quello che ha portato alla rete decisiva di Dybala.

potrebbe interessarti ancheLazio-Juventus: streaming e diretta tv Serie A, dove vedere il match sabato 7 dicembre

Bernardeschi e, soprattutto, Ronaldo

A risentirne sono soprattutto il talento ex-viola e Ronaldo, mentre Dybala e Higuain sembrano avere sempre dei guizzi decisivi per trascinare la Juventus in testa, tanto in campionato, quanto in Champions. Per quanto concerne Bernardeschi, sono ormai troppe le partite che non soddisfano la tifoseria bianconera. Alcuni mugugni di alcune azioni si trasformano in fischi che rendono complicato ancor di più superare questo momento. La partita di domenica sera, però, molto probabilmente, continuerà – così com’è accaduto fino a questo momento – ancora a far discutere per quanto visto al 55 minuto di gioco. La sostituzione di Ronaldo replica quella in Champions di pochi giorni prima, ma, se in coppa la reazione era stata solo quella di un’occhiataccia, adesso l’uscita dal campo del portoghese è stata accompagnata da una reazione rabbiosa, dal non sedersi sulla panchina e rientrare negli spogliatoi e lasciare lo stadio in netto anticipo rispetto a tutti gli altri.

Ronaldo è mancato soprattutto sotto porta in quest’inizio campionato. Ci sono state alcune partite in cui è entrato molto di più nelle azioni bianconere con continui fraseggi con gli altri giocatori, molto di più di quanto è avvenuto nella scorsa stagione con Allegri. Restano tanti anche i tiri verso la porta che ha effettuato il portoghese, ma quello che manca al momento è la padronanza che è solita vedersi nell’area di rigore, specialmente negli ultimi incontri. In questo scorcio di stagione, negli ultimi anni, Ronaldo ci ha abituati a non far vedere il meglio di sé, ma mai come in questi ultimi anni s’è visto così distante dalle trame offensive e dal gioco bianconero come contro il Milan. Sarri ha mostrato un grande carattere nel toglierlo dal campo per inserire Dybala. La scelta, inutile a dirlo dato il risultato e il marcatore, s’è rilevata azzeccata.

September 28, 2019, Turin, Piedmont/Turin, Italy: Paulo Dybala of Juventus in action during the Serie A football match between Juventus and Spal. Juventus won 2-0 over Spal. At Allianz Stadium, in Turin Italy on 28 September 2019 (Credit Image: © Alberto Gandolfo/Pacific Press via ZUMA Wire)

 

Nessuna multa per il portoghese

potrebbe interessarti ancheJuventus-Torino streaming gratis e diretta Tv Campionato Primavera: dove vedere il match del 7/12

Ronaldo, per quanto fatto, non riceverà alcuna sanzione da parte della Juventus. Se questo può sembrare quasi incredibile per il rigore della società che ha sempre contraddistinto la sua storia, bisogna capire che alcune dinamiche – dato anche il valore che Ronaldo ha nella Juventus non solo dentro il terreno da gioco, ma anche dal punto di vista economico – forse è meglio chiarirle nello spogliatoio e non far trapelare nulla di quanto Sarri e Ronaldo, con la società e gli altri giocatori, avranno da dirsi, perché è evidente che qualcosa dovrà accadere. Quello a cui assisteremo, molto probabilmente, sarà un silenzio solo apparente perché nelle dinamiche interne ci sarà sicuramente bisogno di ricostruire non tanto i rapporti, ma una linea comune che porti la squadra a valorizzare di più il talento portoghese e Ronaldo a sentirsi parte – seppur importantissima – di un collettivo che ha dimostrato, nel corso degli anni d’essere uno dei migliori a livello europeo.

 

Portuguese football player Cristiano Ronaldo of Juventus F.C. celebrates after scoring against Inter Milan during the 2019 International Champions Cup football tournament in Nanjing city, east China’s Jiangsu province, 24 July 2019. Juventus beat arch rivals Inter Milan through a thrilling penalty shootout to go 5-4 on aggregate in the International Champions Cup here on Wednesday after they played out a 1-1 draw in regular time. (Photo by Stringer – Imaginechina/Sipa USA)

 

FONTE:https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Juventus/11-11-2019/cr7-linea-morbida-juve-niente-multa-chiarira-tutto-spogliatoio-3501017839584.shtml

 

notizie sul temaNapoli, tanti auguri allo stadio San PaoloAlessandria-Juventus U23 streaming gratis Eleven Sports e diretta tv Serie C, dove vedere il match oggi dalle 20Genoa-Juventus streaming gratis e diretta Tv Campionato Primavera: dove vedere il match del 4/12
  •   
  •  
  •  
  •