Roma: è solo l’inizio?

Pubblicato il autore: Mario Saccomanno Segui

La Roma ottiene una vittoria fondamentale per il suo campionato, sia per la classifica, sia per il morale che, inevitabilmente, non può che essere altissimo dopo aver battuto una squadra che all’inizio del torneo era considerata – e, molto probabilmente, nonostante necessiti di un cambio di rotta, continua a esserlo – come antagonista principale della Juventus.

potrebbe interessarti ancheMario Rui non aiutato dai compagni, è l’emblema della crisi del Napoli

La partita regala poche emozioni nei primi minuti, momento in cui le squadre mostrano più attenzione a non subire. La Roma, però, mostra più cattiveria, soprattutto in ripartenza. Così, Zaniolo sblocca il risultato con un grandissimo gesto tecnico che incornicia un’azione corale. Occasione ghiottissima è il rigore sbagliato da Kolarov (o parato da Meret, dir si voglia). Episodio che cambia radicalmente il primo tempo. Da lì in poi sono i giallorossi a risentire dell’errore dagli 11 metri e a subire gli attacchi del Napoli guidati da Mertens e Zielinski. Emblema della costruzione del gioco e della sfortuna del Napoli (prima squadra per legni colpiti in questo campionato) è la doppia occasione avuta da Milik prima e da Zielinki poi.

potrebbe interessarti ancheSky, l’incredibile gaffe di Caressa durante Inter-Roma: tanta ironia e polemiche sui social per la telecronaca

Nicolo Zaniolo of AS Roma Roma 15/09/2019 Stadio Olimpico Football Serie A 2019/2020 AS Roma – US Sassuolo Photo Andrea Staccioli / Insidefoto/Sipa USA

La ripresa sembra iniziare bene per il Napoli che però si sgretola non appena la Roma riprende le redini del match e riesce a portarsi con continuità nella metà campo avversaria. Il goal del raddoppio e le numerose azioni costruite sono una logica conseguenza di quanto si vede in campo. Dopo la sospensione dell’incontro coraggiosa e sacrosanta da parte di Rocchi il Napoli torna a farsi pericoloso accorciando le distanze col goal di Milik, ma senza trovare le forze necessarie per riagguantare il risultato.

Da segnalare:

  • L’ottima prova di Pastore presente sia in fase difensiva, sia in fase offensiva. Gli applausi al momento del cambio sottolineano la sua ottima prova;
  • La terza vittoria consecutiva per la Roma dopo il 2-1 al Milan e lo 0-4 a Udine;
  • Le parole di Fonseca a fine partita (“Una squadra è sempre un prodotto che non finisce. Dobbiamo lavorare per imparare”) che mostrano la consapevolezza del tecnico sul buon momento manifestato anche coi risultati, ma anche sulla necessità di restare coi piedi ancorati a terra visto i tanti impegni ravvicinati.

notizie sul temaUdinese-Napoli streaming e diretta tv, dove vedere Serie A sabato 7 dicembreInter-Roma streaming gratis e diretta tv Serie A, dove vedere il match oggi dalle 20.45Inter-Roma, precedenti e statistiche: giallorossi imbattuti da tre stagioni
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,