Serie A : il punto della situazione dopo il posticipo di Cagliari-Lazio.

Pubblicato il autore: Fabio Faiola Segui

Erano anni che non assistevamo ad un girone d’andata cosi combatutto ed incerto e al dualismo Inter-Juve, questa volta, si è aggiunta la sorprendente Lazio di Simone Inzaghi e il suo attacco atomico il quale  dopo 16 giornate ha messo dentro la palla  per 38 volte,  subendone 16 , e in Italia i campionati si vincono con le difese bunker.

Certo la Lazio ha dalla sua il Bomber più prolifico Italiano che in ogni squadra in cui abbia giocato ha sempre segnato valanghe di goal dalla serie B,  quando militava nel Pescara di Zeman, alla serie A con il Torino di Ventura;  i numeri parlano chiaro, e 8 vittorie consecutive non si ottengono per caso ,come dice correttamente Mister Inzaghi ,ma sono dovute ad una costante crescita e progettualità del gioco impostato dalla squadra e dall’ organizazzione societaria.
Ieri sera i biancocelesti,vincendo a Cagliari, hanno  dimostrato prova di grande forza e carattere sopratutto,  considerando che la gara è stata sempre in salita fino a quando nei minuti di recupero finali gli stessi laziali  hanno pareggiato e poi superato il Cagliari dei miracoli,  che non perdeva dalla seconda giornata di campionato.

Per quanto riguarda le sfide delle capoliste, la Juventus ,nonostante il turno infrasettimanale di coppa, ha liquidato senza affanni un’ onesta Udinese,  che proprio non poteva opporsi  in nessun modo per le troppe differenze del parco giocatori di entrambe.

potrebbe interessarti ancheTernana-Bari streaming e diretta tv, dove vedere Serie C mercoledì 26 febbraio

L’Inter viene raggiunta dalla Fiorentina  sul finale da un grande goal di Vlahovic, che riporta tranquillità a tutta la citta’, che stava rivivendo l’incubo della passata stagione, quando venne esonerato Pioli e subentrò Montella.

Per la squadra di Conte resta il rammarico di non averla chiusa prima e così deve accontentarsi del primato in compagnia dei piemontesi di Sarri.
La Roma
sembra aver ritrovato quella continuità,  che le mancava da tempo immemore e dopo la brutta gara interna di Europa League, si riscatta rifilando il tris al fanalino di coda della Spal, che pare essere la brutta copia delle stagioni passate, in cui si salvò   con merito dalla retrocessione  con partite spesso di qualità e mai vittorie fortunose o altro.

Cade l’Atalanta in quel di Bologna, ma visto il vittorioso impegno in Ucraina questa sconfitta è piu’ frutto della stanchezza che di altro, ma allo stesso tempo va dato ampio riconoscimento al grintoso Bologna di Sinisa,  che ha battuto una delle squadre più belle Europee.

Il Parma con il colpaccio al San Paolo si porta a ridosso della zona Europa league, relegando il Napoli del neo allenatore Gattuso ad un miserissimo ottavo posto e forse allontanare Sir Carlo Ancelotti non è stato un buon affare per Adl,  sopratutto in vista degli ottavi di champions contro il Barcellona a febbraio.

potrebbe interessarti ancheFIFA 20: Sancho, upgrade mostruoso! Lautaro e De Vrij sugli scudi

Il Torino si butta via e brucia il triplo vantaggio al Bentegodi di Verona facendosi raggiungere e gettando una clamorosa occasione per avvicinare la zona alta della classifica e lo sfortunato Mazzarri non riesce per adesso ad avere i risultati che meriterebbe, viste le qualità   dell’uomo e del tecnico.

Il Milan di Pioli non ottiene la terza vittoria consecutiva contro il Sassuolo di De Zerbi, che deve ringraziare il suo portiere per le provvidenziali parate.
La bella notizia viene dal dall’Ara di Bologna, dove i felsinei hanno vinto contro  la più forte squadra della dea di Percassi , vittoria che consente ai bolognesi di staccarsi per il momento dalla zona hot della serie A.

Il Verona, che fino alla 13ma giornata vantava la migliore difesa del torneo subisce altri 3 goal contro i granata dopo i tre presi dalla Roma e dall’Atalanta, ma questa volta grazie alla loro caparbietà, riescono ad impattare un incontro che si era messo davvero male e almeno un punticino lo portano a casa.

Nulla da fare per il Lecce, che viene sconfitta dal ritrovato Brescia di Eugenio Corini, che ha ristabilito le gerarchie in campo e ridato fiducia alla squadra dopo il periodo nerissimo della gestione Grosso.
La Sampdoria
si aggiudica il derby della lanterna e respira aria di salvezza, condannando il Genoa al penultimo posto con sole 2 lunghezze sulla Spal che chiude a 9 punti la classifica generale.

notizie sul temaPasalic, che stagione con l’Atalanta: riscatto a 15 milioni possibile?Udinese-Fiorentina: quella volta che…i precedentiCatanzaro-Reggina streaming gratis e diretta tv Serie C, dove vederla 26 febbraio
  •   
  •  
  •  
  •