VAR come nel tennis? La FIGC ci prova, la FIFA rifiuta la proposta

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

Il VAR in Italia è un problema da risolvere. Da quando la tecnologia è entrata a far parte del calcio, molti paesi hanno storto il naso inizialmente per poi abituarsi. Questo non è avvenuto in Italia e nemmeno in Inghilterra. Il VAR da fastidio sia a chi è in campo, sia a chi guarda. La visione e la constatazione di una irregolarità, spezzettano troppo il gioco finendo per non dare ritmo al match. Negli USA sono abituati a ciò. In Italia no.

potrebbe interessarti ancheMilan-Juventus, le scelte arbitrali di Valeri fanno discutere: la dura reazione di Pistocchi su Twitter

Proprio per questo la FIGC ha avanzato una proposta sperimentale alla FIFA, la quale vorrebbe la tecnologia nel calcio. Ma a piccole dosi. Tale e uguale come nel tennis, dove si usa il “challenge”.

potrebbe interessarti ancheMilan-Juventus, ancora polemiche arbitrali

VAR come nel tennis? La FIFA risponde con un secco no

La proposta della FIGC sarebbe quella di un ausilio VAR chiamato dalla panchina per un certo numero di volte, disponibile per ogni squadra partecipante alla gara. Ciò avviene già nel tennis, dove gli sfidanti hanno un numero limitato di tentativi inerenti l’uso della moviola. Insomma, in FIGC vogliono un vero e proprio challenge. Il giornale La Repubblica, afferma che il responsabile degli arbitri FIFA, Pierluigi Collina, ha già fatto sapere che il massimo organo calcistico internazionale sia contrario a tale decisione avanzata dalla FIGC.Dunque per ora, nulla di fatto. Ma la FIGC non mollerà la presa e con ogni probabilità, anche la The FA potrebbe accodarsi.

notizie sul temaMa gli arbitri italiani, conoscono il Var?Il Napoli sbanca Marassi, Ranieri si scusa per i cori sul VesuvioE se gli arbitri spiegassero i loro errori come al superbowl?
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: , ,