Ancelotti, gestaccio verso i tifosi dell’Hertha:” Sputato dagli spalti”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini
ancelotti

Ancelotti, brutto gesto verso i tifosi dell’Hertha

E’ stato un sabato pomeriggio tutt’altro che tranquillo quello passato da Carlo Ancelotti e il suo Bayern Monaco all’Olympiastadion di Berlino. I campioni di Germania sono riusciti a pareggiare solo al 97′ contro l’Hertha, con l’ennesimo gol stagionale di Lewandowski. Rete che ha mandato su tutte le furie il pubblico di casa, perché il gol del Bayern è arrivato a tempo ampiamente scaduto. Cosa molto inconsueta in Bundesliga, dove il recupero finale difficilmente supera i due o tre minuti. Dopo il gol di Lewandowski in campo si è scatenata una serie di capannelli, con i giocatori dell’Hertha infuriati con Neuer e compagni. Ma non è finita qui, all’ingresso degli spogliatoi Ancelotti ha rivolto un dito medio verso i tifosi dell’Hertha. Il tecnico italiano ha ammesso vi aver commesso il brutto gesto, giustificandosi così:” E’ vero gli ho rivolto il dito medio, ma perché loro mi hanno sputato”. Stupisce che il tutto avvenga in  Germania, dove raramente si assiste a scene di questo tipo. Nel post partita anche il tecnico dei berlinesi Dardai ha continuato a gettare benzina sul fuoco:” Sono arrabbiato, hanno concesso un bonus di tempo al Bayern Monaco, cose che non dovrebbero succedere”. Alla resa dei conti un punto prezioso per un Bayern forse con la testa alla scintillante vittoria in Champions League con l’Arsenal. Ancelotti non è avvezzo a compiere gesti così evidenti, ma è venuto fuori il temperamento del combattente di centrocampo dei tempi di Roma e Milan. Si attendono ora le decisioni della giustizia sportiva tedesca, soprattutto il referto del signor Ittrich, arbitro del match  tra Hertha e Bayern. Si capirà nei prossimi giorni se Ancelotti verrà squalificato, oppure se l’ex allenatore di Juve e Milan se la caverà con una semplice multa.” Non c’è cosa peggiore di un buono quando diventa cattivo”, non fate arrabbiare il buon Carletto, altrimenti vi risponderà per le rime, o a gesti.

Ecco l’immagine del gestaccio di Ancelotti:

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •