Shkendjia-Milan e Nizza-Napoli sensazioni opposte ai sorteggi play off Europa League e Champions

Pubblicato il autore: marco.stiletti Segui

Sensazioni opposte ai sorteggi di Nyon di stamattina. Da una parte la preoccupazione dei tifosi del Napoli per essere stati sorteggiati contro il Nizza di Balotelli con la prima partita in casa. Dall’altra un Milan che va sul velluto, visto che dall’urna sono usciti i macedoni dello Shkëndija. La squadra di Sarri, a distanza di tre anni da quella di Benitez che partecipò in Champions l’ultima volta e vennero eliminati dal Bilbao, giocherà l’andata in casa come proprio avvenne tre anni fa quando venne poi eliminato dagli spagnoli. Il timore che quella notte di Bilbao riaffiori è dietro l’angolo. Questo Nizza sembra più forte anche dei baschi che allora eliminarono la compagine di Benitez guidata da Higuain in primis.
Ma che squadra è il Nizza? Chi gioca nella squadra allenata da Lucien Le Favre è arrivata superando ai play off l’Ajax: 1-1 in casa all’andata, 2-2 al ritorno in Olanda. Gli uomini di Le Favre, terzi lo scorso anno in Ligue 1 alle spalle del Monaco e Psg, è la squadra che ha ridato nuova vita a Mario Balotelli, trascinatore lo scorso anno con 15 gol in 23 partite. Ricondurre ai rossoneri il solo Mario Balotelli sarebbe un errore mortale: i francesi, terzi nella scorsa Ligue 1 dietro a Monaco e Psg, possono contare in diversi elementi di spicco all’interno della propria rosa. All’esperienza ci pensano capitan Dante (difensore ex Bayern) e Jallet (un passato nel Lione), la qualità la forniscono Seri ed Eysseric (cercato dalla Fiorentina), mentre i gol oltre a Balo li segna Pléa, 14 centri complessivi nella passata stagione. Occhio anche al baby talento Malang Sarr, 18 anni e non sentirli per un difensore già parecchio impiegato da Favre nella passata stagione grazie alla sua duttilità. Ci sarebbe pure Dalbert, ormai promesso all’Inter.
Il Napoli, che negli ultimi due anni ha affrontato due volte il Nizza in amichevole (sconfitta per 3-2 nel 2015, vittoria 3-0 lo scorso anno nel giorno della celebrazione dei 80 anni di storia del club azzurro), giocherà la gara di andata al San Paolo il 16 agosto (ore 20:45). Il ritorno, all’Allianz Riviera, è in programma il 22 agosto. La vincente dei play off accederà alla fase a gironi, la perdente giocherà in Europa League.  Favre gioca con il 4-2-3-1, modulo riproposto anche nel doppio confronto con l’Ajax che ha portato i suoi al cospetto del Napoli. L’obiettivo del Nizza è piuttosto scontato: migliorare il cammino europeo rispetto alla scorsa annata quando, ai gironi di Europa League, i sei punti conquistati non bastarono per andare oltre.
A proposito di Europa League il Milan ha la possibilità di andare sul velluto con lo Shkendija. Squadra macedone, allenata Qarijp Osmani ha già eliminato i moldavi del Dacia Chisinau 3-0 all’andata e 4-0 il ritorno, poi Hjk Helsinki (3-1, 1-1) e infine il Trakai 2-1 e 2-0. I macedoni sono al 314esimo posto nel ranking Uefa e non vincono il campionato dal 2011 nelle ultime due stagioni hanno chiuso il torneo al secondo posto. Questa estate il club di Tetovo, guidato dal tecnico Osmani ha già messo in evidenzia le due pedine con il maggior potenziale tecnico: la punta macedone Besart Ibraimi già vista allo Schalke 04 nel 2010 e il nazionale Fernan Hasani autore di una doppietta. Unico pericolo forse del Milan, del resto sembra un tranquillo doppio confronto.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •