Barcellona – Juve, Higuain nel mirino della critica: “In Champions mai decisivo”

Pubblicato il autore: Anna Rosaria Iovino Segui
Champions League: barcellona juve

Juventus Higuain sotto accusa

Il giorno dopo Barcellona – Juve porta tante polemiche in casa bianconera. Nel mirino della critica ci finisce soprattutto Gonzalo Higuain.

Dopo la disdetta di Cardiff nella finale contro il Real Madrid, neanche ieri sera è stata la serata giusta per l’attaccante bianconero, che non riesce ad essere il protagonista nelle partite importanti della massima competizione europea se si esclude la doppietta segnata nella semifinale della scorsa edizione contro il Monaco. Appena un anno fa il giocatore era stato comprato dalla società di Torino per 90 milioni di euro dal Napoli proprio per fare la differenza a livello internazionale ma ad oggi non si sono avuti risultati sperati in Europa, mentre in campionato la situazione è decisamente migliore.

La Juventus è stata dominata completamente dal Barcellona soprattutto nella ripresa con un pressing continuo, un possesso palla asfissiante, e continue occasioni da gol, molte delle quali sono state bloccate da Buffon, che come sempre è stato leader indiscusso dei suoi. I bianconeri quando hanno potuto ci hanno provato, ma Higuain anche quando ha avuto la palla tra i piedi è apparso impacciato e poco concreto.

E’ evidente ormai che quella di Higuain in Champions è una questione di mentalità, che andrebbe migliorata per il bene della squadra. La conferma di ciò si è avuta nel momento della sostituzione al Camp Nou. L’allenatore lo richiama in panchina quando la partita, giunta all’87’, con la Juventus sotto di 3-0, era ormai finita. Il pubblico del Campo Nou, con oltre 75 mila persone, inizia a fischiarlo. Higuain, a testa bassa, alza il braccio e mostra il dito medio. Il centravanti della Juve è stato fischiato soprattutto perché è un ex del Real Madrid, al di là della prestazione in campo, ma è chiaro ed evidente che quel gesto tradisce un nervosismo palese.

  •   
  •  
  •  
  •