Juve-Tottenham, Buffon “accusa” Bernardeschi per la punizione 2-2 di Eriksen

Pubblicato il autore: Carlo Pranzoni Segui

Foto originale Getty Images© scelta da SuperNews

Eppure la serata era iniziata nel migliore dei modi. La doppietta di Higuain dopo 10 minuti, ha fatto pensare ai tifosi (e forse anche ad alcuni giocatori) di aver già chiuso la pratica Tottenham. Errore gravissimo quello di sottovalutare una squadra in forma come quella di Pochettino che, infatti, non ha mollato un attimo nemmeno dopo il raddoppio juventino, uscendo dallo Stadium con un 2-2 che ora rende la partita di Wembley una vera e propria impresa per gli uomini di Allegri. Un Allegri furioso come poche altre volte, quello visto ieri sera prima in panchina, specialmente dopo il black out sul finire del primo tempo che ha portato al gol di Harry Kane (lasciato colpevolmente solo davanti a Buffon), e poi in conferenza stampa, dove ha tentato di difendere a spada tratta i suoi ragazzi.

potrebbe interessarti ancheTite ct del Brasile: “Douglas Costa? Non l’avrei convocato”

Errore di Buffon o di Bernardeschi ?- Da difendere, però, c’è ben poco, specialmente nella ripresa, dove la Juventus ha lasciato il pallino del gioco in mano agli inglesi. Una Juve sprecona, che più volte con Higuain ha sfiorato il terzo gol, prima di subire l’inevitabile beffa con il gol di Eriksen, che ha sancito il pareggio meritatissimo per la squadra ospite. E proprio il gol del danese è stato oggetto di discussione del dopo gara. Secondo la Gazzetta dello Sport, infatti, ci sarebbe stato un acceso dibattito tra Buffon e Bernardeschi, primo uomo della barriera bianconera, colpevole, secondo il portiere, di essersi girato e di aver saltato, permettendo al pallone calciato dall’avversario di arrivare in porta. Un Buffon comunque non esente completamente da colpe, essendo posizionato male al momento del tiro del numero 23, venendo poi beffato sul suo palo. L’errore ora non si sa con certezza di chi sia (i più curiosi potranno andare a ricercarlo in rete), ma ora, l’unica cosa certa è che, il 7 marzo a Londra, ci vorrà la vera Juventus per continuare il viaggio verso Kiev.

potrebbe interessarti ancheJuventus, Di Francesco: “Douglas Costa? Morissi ora se ho usato una frase razzista”

notizie sul temaJuventus: come cedere campioni e rinforzarsi. Il curioso caso di Gianluigi Buffon e Gonzalo HiguainPistocchi attacca: “In Champions la Juventus ha scoperto finalmente il peso degli errori arbitrali”Squalifica Ronaldo, indiscrezione Tuttosport: un turno di stop. La Juve non farebbe ricorso
  •   
  •  
  •  
  •