Sorteggio Champions: Ajax-Juventus ai quarti. Precedenti e curiosità

Pubblicato il autore: Mattia Di Battista Segui

Sorteggio Champions: urna benevola ai quarti di finale per la Juventus

Sorteggio Champions League appena concluso a Nyon, in Svizzera per i quarti di finale della “Coppa dalle grandi orecchie”. Urna sulla carta benevola per la Juventus che ha pescato gli olandesi dell’ Ajax che ha sbattuto fuori i campioni in carica del Real Madrid, demoliti al “Bernabeu” con un clamoroso 4-1. Un avversario alla portata per i bianconeri, ma da non sottovalutare.

potrebbe interessarti ancheInghilterra: addio Brexit, anzi no!

Sorteggio Champions: alla scoperta dell’Ajax, prossimo avversario dei bianconeri

Gli olandesi sono riusciti ad arrivare nella fase ad eliminazione diretta dopo quindici anni. Era dal 2003 che i Lancieri non superavano, infatti, la fase a gironi della Champions League (in quell’occasione si fermarono proprio ai quarti, venendo eliminati dal Milan) e spesso erano stati relegati all’Europa League, pur essendo la squadra più blasonata del campionato olandese. Attualmente la squadra di Amsterdam si trova al secondo posto in campionato, a soli due punti di distacco dai rivali del PSV Eindhoven. La formazione guidata dal giovane allenatore Erik ten Hag si è fatta apprezzare in questa Champions per il suo gioco molto propositivo che tanto ricorda l’Ajax dei bei tempi di Cruijff e del “calcio totale”. Una squadra molto giovane, come da tradizione, e molto sfrontata come dimostrato nella doppia sfida degli ottavi contro il Real. Tanti giovani talenti come l’attaccante serbo Tadic, gli esterni Ziyech Neres, i centrocampisti De Jong Schöne o il difensore de Ligt. Un avversario del quale bisona temere soprattutto l’esuberanza e la spensieratezza nel gioco.

Sorteggio Champions: Ajax-Juventus, i precedenti

Aldilà dell’entusiasmo che trascina i “Figli degli dei” che la Juve dovrà cercare di tenere a bada con la sua esperienza nelle due partite, il sorteggio Champions di oggi fa comunque sorridere i tifosi bianconeri, in virtù di alcuni precedenti tra le due squadre, che sorridono alla Vecchia Signora. Il precedente che è balzato in mente a tanti juventini, rimandando a ricordi dolcissimi è stato sicuramente quello del 23 maggio 1996. La finale di Roma vinta dalla Juve di Marcello Lippi, contro il forte Ajax di Van Gaal, che l’anno precedente aveva soffiato la coppa al Milan. I bianconeri conquistarono ai rigori la loro seconda ed ultima Champions. Da allora tante delusioni e tante finali indigeste. Ajax e Juventus si sono affrontate,  però, anche in altre occasioni. Nel 1973 la prima finale persa dai bianconeri proprio contro l’Ajax di Johan Cruijff che rivoluzionò il calcio in quegli anni. In totale, le due squadre si sono affrontate per 12 volte in Europa con 6 vittorie della Juve, quattro pareggi e due sconfitte, una nella finale di Belgrado già citata, l’altra nella Coppa UEFA della stagione successiva. Fu l’ultima sconfitta dei bianconeri contro i Lancieri, bianconeri che non perdono contro l’Ajax in Champions dal 1973. Precedenti incoraggianti, dunque, contro un avversario comunque alla portata della Juventus e per CR7 che ne è la bestia nera.

potrebbe interessarti ancheDe Jong, richiesta all’arbitro per l’addio “Fammi giocare ancora un po’ con questa maglia addosso”

Sorteggi Champions: Ajax.-Juventus, le date della doppia sfida

Per quanto riguarda la doppia sfida uscita quest’oggi dalla fatidica urna di Nyon, l’andata si giocherà il 9 aprile alla “Johann Cruijff Arena” di Amsterdam, ritorno il 16 aprile all’Allianz Stadium. Non resta che aspettare per i tifosi juventini.

notizie sul temaSvincolati di lusso: la top 11 dei calciatori in scadenza a giugno 2019Finale Champions League: prezzi dei biglietti alle stelle!Manchester City deferito dalla Uefa per Fair Play finanziario: Champions a rischio?
  •   
  •  
  •  
  •