Bonucci, la minestra riscaldata indigesta per la Juventus

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Bonucci, il ritorno non ha pagato. Ritenta, sarai più fortunato. La corsa della Juventus  in Champions League si ferma ai quarti di final. I bianconeri sono usciti sconfitti nel doppio confronto con un Ajax che ha strappato applausi. I lancieri potrebbero essere gli eredi degli anni d’oro di Cruyff o di Van Gaal, anche se la strada è ancora lunga. L’astinenza da vittoria della Champions League per la Juventus si allunga. Con questa stagione sono 23 gli anni senza alzare la Coppa dalle grandi orecchie per i bianconeri. Tanti, sopratutto se si considera che quest’anno c’era Cristiano Ronaldo. L’estate scorsa è stata monopolizzata dall’arrivo del fenomeno portoghese. E dal ritorno di Leonardo Bonucci. Il difensore classe ’87 ha fatto il diavolo (è proprio il caso di dirlo) a quattro per tornare a Torino. Una minestra riscaldata che non è degna di Masterchef. 

Il ritorno di Bonucci ha causato l’addio di Higuain e Caldara prima e quello di Benatia poi. Il tifo juventino non ha preso benissimo il ritorno del figliol prodigo, che ha abbassato molto i toni anche sui suoi social. Allegri lo ha sempre fatto giocare, anche se non gli ha dato i gradi di vice-capitano quasi mai. Anche Mandzukic e Dybala lo hanno scavalcato nelle gerarchie juventine. Contro l’Ajax Bonucci ha giocato una partita sottotono, cosa che gli avviene spesso quando non c’è il totem Chiellini al suo fianco. Un altro cavallo di ritorno che non è andato bene? Sembrerebbe proprio di sì.

potrebbe interessarti ancheCalciomercato Juventus, l’obiettivo è Pogba: ecco il piano di Paratici

Bonucci, ne è valsa la pena?

Il ritorno di Bonucci ha inevitabilmente influenzato tutto il calciomercato della Juventus. Per esigenze tecniche e di bilancio i bianconeri hanno ceduto Caldara e Higuain. Il Pipita non ha fatto molto bene al Milan. Neanche al Chelsea le cose vanno come sperato e la possibilità che l’argentino torni a Torino sono molto elevate. Con il ritorno di Bonucci c’è stato lo scarso impiego di Benatia, protagonista di una buona stagione l’anno scorso. L’ex Roma e Bayern Monaco a gennaio ha fatto le valige, preferendo i tanti soldi arabi alla panchina juventina. Difficile dargli torto.

potrebbe interessarti ancheDybala: “Non do peso alle critiche. Un giorno sei il migliore, il giorno dopo il peggiore”

Bonucci ha aggiunto poco alla Juventus di quest’anno. Senza Barzagli e Chiellini al suo fianco il suo rendimento cala, di molto. Se i bianconeri hanno perso 4 partite su 10 in Champions League qualcosa vorrà pure dire. Al Milan nessuno si è strappato i capelli per l’addio di Bonucci. I rossoneri potranno contare su Caldara l’anno prossimo, hanno Romagnoli e anche Zapata-Musacchio stanno dando il suo contributo. Difficile essere simpatici se ti chiami Bonucci. I fischi ricevuti a Parma con la maglia della Nazionale ne sono il chiaro esempio. La cosa positiva è che la prossima estate, a differenza delle ultime due, Bonucci non dovrebbe essere sulla bocca di tutti per questioni di calciomercato. A meno che gli venga qualche altro capriccio. Si perché quello di tornare alla Juventus è sembrato un capriccio piuttosto infantile. E che non ha portato neanche alla finale di Madrid. Anzi neanche in semifinale. Bonucci, la prossima estate vada in vacanza e pensi a dare il meglio per la Juventus e l’Italia di Mancini. E basta. Sarà meglio così. Per tutti.

notizie sul temaPogba via a giugno, Real Madrid e Juventus sul francese?Ciao Darwin, Bonolis lancia la sfida Juventus contro tutti. Mughini e Auriemma scelti come capitaniJoao Felix continua a brillare, sfida Juve-City per strapparlo al Benfica
  •   
  •  
  •  
  •