Finale Coppa Italia: Diavoli o Vecchie Signore?

Pubblicato il autore: Dario D'Auriente Segui

Finale Coppa ItaliaTra Milan e Juventus la rivalità per primeggiare nel calcio italiano è sempre stata importante, ma mai accesa nei toni. C’è infatti una certa simpatia tra i due club, per questo anche quest’anno, in occasione della finale di Coppa Italia, non ci sono dichiarazioni forti sia degli allenatori che delle società. Sicuramente, però, sabato sera, 21 maggio, allo stadio Olimpico di Roma l’atmosfera sarà calda. I bianconeri si giocano il terzo titolo stagionale, dopo la Supercoppa italiana e lo scudetto (rigorosamente in ordine alfabetico); i rossoneri, oltre al pregio di vincere la coppa nazionale, il riscatto di un’intera stagione e il ritorno in Europa League. Infatti, perso il sesto posto in classifica in campionato, l’unico modo per la società di Via Aldo Rossi per tornare in Europa è proprio la vittoria della Coppa Italia. Non sarà facile, ma nemmeno impossibile. E il perché ce lo spiega la lavagna tattica della finale di Coppa Italia Milan Juve.

potrebbe interessarti ancheReggio Audace-Juventus U23 streaming e diretta tv in chiaro? Coppa Italia, dove vedere il match 18 agosto

Lavagna tattica Juventus Milan finale Coppa Italia – I bianconeri arrivano all’evento capitolino da Campioni d’Italia per la quinta volta consecutiva, ma saranno privi di giocatori importanti in due reparti: Claudio Marchisio e Samy Khedira sono out per infortunio a centrocampo, Leonardo Bonucci sarà assente per squalifica. Max Allegri dovrà allora ridisegnare la sua squadra, dotata però di capacità… camaleontiche, dimostrate nel corso della stagione. Il primo nodo da sciogliere è se sarà un 3-5-2 o un 4-3-3. Probabilmente, l’assenza del centrale della Nazionale italiana farà propendere verso la difesa a 4, visto che né Chiellini né Barzagli sono perfetti nel ruolo di playmaker basso. Ai loro fianchi Litchnsteiner e uno tra Evra e Alex Sandro, col secondo più capace di spingere, mentre il francese più bravo in copertura. E’ in mediana il vero problema per la Juve. Certo del posto solo Pogba, che però potrebbe avere la testa al calciomercato e soprattutto agli Europei con la sua nazionale in patria. Col transalpino, probabilmente Hernanes e uno tra Padoin, Pereyra e Sturaro. In avanti Dybala con Mandzukic, ma attenzione a Morata, che potrebbe essere anche ai saluti finali e vorrà dire la sua. In realtà però potrebbe esserci anche una terza soluzione, con il centrocampo a 3 e Pereyra dietro la coppia offensiva, dove nemmeno l’ipotesi Zaza dal primo minuto è da scartare completamente.

potrebbe interessarti ancheCalcio Europeo, cosa resterà di questa stagione un po’ “differente”?

La formazione del Milan nella finale di Coppa Italia – Meno dubbi, ma non per sua volontà, per Cristian Brocchi. Il tecnico rossonero, che si gioca anche le sue chance di permanenza in panchina il prossimo anno, ha out Antonelli per infortunio, ma anche Abate e Bonaventura non sono al meglio. Luiz Adriano è rientrato da poco a pieno regime, mentre Menez non ha i 90 minuti sulle gambe, figurarsi in una finale di Coppa Italia importante come questa del 2016. A centrocampo Kucka sembra quello sicuro del posto, con Montolivo che dovrebbe essere il faro (a dire il vero “scarico” in tutto l’arco del campionato) del gioco milanese e uno tra Poli, Bertolacci e José Mauri intermedio di sinistra. Bonaventura proverà a stringere i denti, nel caso ci sarà Honda come trequartista nel 4-3-1-2 di Brocchi, che è una delle tante certezze del tecnico ex primavera. Davanti chance per Balotelli? Probabile, non certo!!! Insomma, la sfida è aperta. Sabato sera sapremmo chi tra il Diavolo e la Vecchia Signora sarà regina d’Italia!

notizie sul temaCaos, Chiesa alla Juve? Passa da Orsolini!Gattuso, la rivoluzione non paga: il Milan si gioca tutto con il TorinoCoppa Italia, orari e programma delle semifinali di ritorno
  •   
  •  
  •  
  •