Cutrone-Donnarumma, lampi di vero Milan per Gattuso. Di nuovo titolari con la Fiorentina?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui


Cutrone regala un sorriso a Gattuso
. I derby non si giocano, si vincono. Questo è un vecchio adagio che non passa mai di moda. Il Milan questo derby di Coppa Italia numero 24 l’ha anche giocato meglio dell’Inter. I nerazzurri di Spalletti sono in chiaro debito d’ossigeno. Candreva e Perisic non hanno mai saltato l’uomo, Icardi ha le polveri bagnate. Il cannoniere argentino è stato controllato bene da Bonucci e Romagnoli, tanto da indispettirsi con i compagni per i pochi palloni giocabili ricevuti. Dall’altra parte un Milan ben messo in campo. Gattuso ha riscoperto la formula-Doha, con Suso e Bonaventura in attacco. I protagonisti della serata sono stati però due giocatori totalmente inattesi alla vigilia. Innanzitutto Antonio Donnarumma, che ha giocato per la contemporanea indisponibilità del fratello Gigio e Storari. Il 40enne ex Juventus si è fatto male nel riscaldamento, quindi il Donnarumma meno famoso è stato catapultato in campo. Dopo qualche imbarazzo iniziale Antonio se l’è cavata bene, risultando decisivo su Joao Mario e in svariate uscite alte.

L’uomo che ha deciso questo derby è un ragazzo di 19 anni. Fiuto del gol alla Inzaghi, occhi spiritati alla Schillaci e cuore da vendere. Patrick Cutrone da Como ha coronato il sogno della sua vita, segnare in un derby con la maglia del Milan. Il classe ’98 è uno che respira Milan fin da bambino. Gattuso lo aveva elogiato subito al suo arrivo. Dopo l’entrataccia di Skriniar su Kalinic è toccato a lui. Cutrone ha subito cominciato a fare a sportellate contro i difensori interisti. Fino a quando è arrivato il cioccolatino di Suso da scaraventare alle spalle di Handanovic. Un gol che ha deciso un derby, un gol che può cambiare la storia in rossonero del giovane uomo Patrick da Como.

potrebbe interessarti ancheCalciomercato Milan, Higuain apre ai rossoneri. Bonucci pensa all’addio?

Cutrone -Donnarumma, ancora protagonisti a Firenze?

Non c’è tempo per troppi festeggiamenti in casa rossonera. Tra due giorni la truppa di Gattuso è attesa a Firenze, da una Fiorentina in cerca di riscatto dopo l’eliminazione in Coppa Italia. Gattuso dovrà eliminare in fretta le scorie del derby e mettere in campo una squadra tonica. Cutrone-Donnarumma, potrebbe toccare ancora a loro all’Artemio Franchi. Il giovane bomber è certamente più in forma di Kalinic e André Silva. Il terzo portiere potrebbe giocare se il fratello Gigio e Storari non dovessero recuperare dai loro infortuni. Contro l’Inter si visto forse il miglior Kessié della stagione. Positivo anche l’ingresso di Calhanoglu. Il turco sembra in crescita, magari si meriterà una chance da titolare contro la Fiorentina. In ritardo Biglia. L’argentino ha bisogno di giocare per trovare la migliore condizione, ma Montolivo e Locatelli scalpitano alle sue spalle.

potrebbe interessarti ancheRipescaggi Serie C: Milan B e Juventus B pronte a subentrare ai club non iscritti

Gattuso vuole chiudere bene l’anno. Il campionato è il vero cruccio stagionale del Milan. I rossoneri sono lontanissmi dalle prime, ma anche in ritardo sulla zona Europa League. La Fiorentina è un gran brutto avversario, che ha fatto soffrire tutte le grandi di serie A. La vittoria nel derby di Coppa Italia ha fatto tornare un po’ di sereno a Milanello. E’ chiaro che uno stop a Firenze farebbe tornare minacciosi nuvoloni neri.

notizie sul temaTURIN, ITALY - SEPTEMBER 09: Gonzalo Higuain of Juventus FC celebrates after scoring a goal during the Serie A match between Juventus and AC Chievo Verona on September 9, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)Higuain, gli agenti del Pipita lo hanno offerto al Milan. Nessun contatto tra rossoneri e la Juventusduring the Premier League match between Chelsea and Leicester City at Stamford Bridge on January 13, 2018 in London, England.Milan, subito Conte al posto di Gattuso: l’ipotesi non trova confermeNapoli, De Laurentiis pronto ad inserirsi nella trattativa Morata-Milan
  •   
  •  
  •  
  •