Napoli fuori dalla Coppa Italia: all-in sull’Europa League?

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Il Napoli attraverso una prestazione sottotono, soprattutto nel primo tempo, dice addio alla Coppa Italia. La banda guidata da Carlo Ancelotti soccombe per 2-0, a “San Siro“, contro il Milan, trafitta dai colpi dell’infallibile “pistoleroPiatek. Gli azzurri escono così,  a testa bassa, dalla seconda competizione nazionale, abdicando per quanto concerne la conquista di tale titolo. Il Napoli non è apparso mai pungente nei primi quarantacinque minuti, fatta eccezione per una conclusione centrale di Insigne intercettata da Donnarumma.

Nella ripresa, invece, i partenopei hanno provato a cingere d’assedio la metà campo rossonera, creando qualche pericolo dagli sviluppi di alcuni calci d’angolo e con un tiro di Ounas prontamente respinto dal numero 99 del “diavolo”. Ancelotti ha tentato di dare una scossa alla squadra, favorendo una trazione anteriore con gli ingressi in campo di Ounas, come detto, poi Mertens ed infine Callejon, completando la batteria offensiva con la presenza del duo Milik-Insigne. Tuttavia, ciò, è risultato vano. La squadra non ha creato le opportunità sperate e la difesa ha pagato a caro prezzo l’esser stata trafitta da un implacabile Piatek, centravanti famelico capace di mettere in affanno la coppia Maskimovic-Koulibaly.

potrebbe interessarti ancheFiorentina-Napoli: streaming e diretta tv, dove vedere anticipo Serie A, 24 agosto ore 20:45

Esce di scena, quindi, il Napoli dalla Tim Cup, ed anche in campionato non è che la situazione sorrida agli azzurri, secondi in classifica a -11 dalla Juventus capolista. Parlare di duello scudetto con i bianconeri, al momento, crei più di un semplice imbarazzo. Testa, quindi, all’Europa League, competizione che riaprirà i battenti il prossimo 14 febbraio, con il Napoli che affronterà ai sedicesimi di finale gli svizzeri dello Zurigo. La sfida con gli elvetici dovrà rappresentare il primo step di un percorso che i tifosi partenopei si augurano possa giungere sino alla finale del prossimo 29 maggio a Baku, tentando di conquistare un trofeo prestigioso dopo anni di complimenti ma “zero tituli“, parafrasando una celebre frase pronunciata da José Mourinho.

potrebbe interessarti ancheNapoli, ufficiale Lozano, impazza l’entusiasmo dei messicani

Anche in questa stagione potrebbe paventarsi tale rischio, ovvero che gli apprezzamenti rivolti all’ottimo lavoro svolto da Ancelotti nel donare un nuovo spirito ed una rinnovata mentalità alla squadra, non facciano il paio con la conquista di qualcosa di importante. Il ko di “San Siro” dovrà far riflettere, dando la scossa a qualche elemento che non sta sfoderando le prestazioni sperate. Cancellare Milano sarà fondamentale per tentare di concentrarsi al massimo sull’Europa League, al fine di non concludere il primo anno di Ancelotti all’ombra del Vesuvio con nulla in mano.

notizie sul temaSerie A, tutti gli infortunati della prima giornata: Lazio senza Milinkovic e LulicIcardi-Napoli: se salta l’argentino, partenopei su LlorenteLozano pronto a diventare un giocatore del Napoli! Le cifre dell’ accordo
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: