Gattuso, la rivoluzione non paga: il Milan si gioca tutto con il Torino

Pubblicato il autore: Roberto Liggi Segui

Aria di ultima spiaggia per Rino Gattuso, all’indomani della debacle casalinga contro la Lazio che ha bruciato un altro obiettivo stagionale del Milan dopo l’Europa League.

potrebbe interessarti ancheGiampaolo blinda Suso: “Non si muove da qui, ha tanta qualità”

Il ko rimediato ieri è apparso frutto di una scelta azzardata del mister, che in una partita decisiva come una semifinale, ha rinunciato al solito modulo 4-3-3 per puntare su un Suso fuori forma lasciando fuori gente come Calhanoglu per dirne uno.
Scelta di Gattuso non risultata vincente, risultato a parte, vista la difesa apparsa spaesata e l’attacco asfittico.

Solo una vittoria rimediata nelle ultime cinque giornate di campionato (peraltro contestatissima contro la Lazio), un vantaggio sulle concorrenti per la Champions League ormai esaurito per la banda di Rino Gattuso che condivide il quarto posto con l’Atalanta.

potrebbe interessarti ancheMercato Atalanta, ecco le trattative della settimana

Anche il calendario non lascia ben sperare: mentre Roma e Atalanta ospiteranno rispettivamente Cagliari e Udinese, i rossoneri andranno a far visita a un Torino che rincorre ancora il sogno Champions e l’imperativo categorico è solo uno: vincere per evitare un fallimento totale.  Già un pareggio potrebbe portare al sorpasso della Roma ma servono un cambio di atteggiamento e gente affamata di vittorie e la formazione di Gattuso va fatta in tal senso.

Scongiurata l’ipotesi esonero anticipato a cinque giornate dalla fine, si rincorrono le voci di un cambio in panchina per la prossima stagione con il nome di Maurizio Sarri che comincia a farsi più insistente complice la non esaltante esperienza dell’ex Napoli sulla panchina del Chelsea.
Ma anche per l’eventuale approdo di Sarri, occorre essere qualificati alla Champions, o la piazza rossonera rischia di risultare ancora meno appetibile nel mercato allenatori.

notizie sul temaMilan, obiettivi Correa e Zaracho: ma serve fare spazio in attaccoMercato Atalanta, Gasperini e i soliti nomi sul taccuino per l’attaccoInter e Milan: 6 studi in lizza per il nuovo stadio, ma il Comune può opporsi
  •   
  •  
  •  
  •