Europa League: grazie Sassuolo, la squadra che ha creduto nei sogni

Pubblicato il autore: Fabio Sala Segui

Grazie Sassuolo. Non possiamo che cominciare così il nostro articolo. Un grazie sentito alla società neroverde, perchè calciatori, allenatore, staff tecnico, addetti ai lavori e tifosi hanno dimostrato che con tenacia, perseveranza, forza, determinazione e un pizzico di sana follia, gli obiettivi si possono raggiungere. E i sogni a volte si possono realizzare. L’esperienza europea del Sassuolo è finita con un turno d’anticipo, in uno stadio affascinante come quello di Bilbao. La partita contro il Genk disputata oggi alle 12.30 (ieri era stata rinviata causa nebbia) ha visto i sassolesi perdere 2-0 in casa. Ma chissene frega. Certo, il risultato dispiace perchè ci immaginiamo che i ragazzi di Eusebio Di Francesco ci tenessero ad onorare questo ultimo match di Europa League. Ma per una volta, siate contenti anche nella sconfitta. Siate felici, perchè da piccola cittadina e da piccola squadra, siete diventati il modello da cui gli altri club italiani di Serie A e Serie B dovrebbero prendere spunto. Siete l’orgoglio dei poco più di 40 mila abitanti del comune di Sassuolo; siete un punto di riferimento per le società emiliane. Siete a volte “criticati” dai giornalisti e dagli appassionati di questo sport perchè in questi 3 anni di massima serie italiana avete dimostrato che a calcio ci sapete giocare, e anche bene. Avete sconfitto Milan, Inter e Juventus. Avete giocato un grande calcio, fatto di palla a terra, triangolazioni, movimenti sulle fasce, sovrapposizioni e accentramenti dall’esterno. Proprio per questo ora noi giornalisti siamo stupiti quando il Sassuolo non gioca come sa: perchè avete alzato l’asticella del vostro livello: a forza di buone prestazioni e risultati positivi consecutivi avete raggiunto uno standard di ideale di gioco che adesso siete “obbligati” a rispettare tutte le volte, partita dopo partita. Certo, sappiamo che le giornate no accadono, ma oramai il Sassuolo è una forza del nostro campionato.
Risultati immagini per sassuolo calcio curva europa league

potrebbe interessarti ancheSportitalia Cup (Video Gol Highlights): il Sassuolo si aggiudica la 4.a edizione del torneo

Avete uno stadio di vostra proprietà come solo la Juventus (e da poco anche l’Udinese) possiedono. Avete una squadra composta per il 90% da italiani. Giovani e di grande futuro. Vi siete creati in casa dei gioielli che faranno grandi cose (si spera) nella Nazionale futura. Ci avete dimostrato che i giovani italiani, forti e con la testa sulle spalle, ci sono, basta solo cercarli, avere fiducia in loro e lasciarli crescere con tranquillità, accettando i loro errori e proteggendoli. Avete fatto capire a tutti gli italiani che raggiungere i propri sogni è possibile. Se nel 2008, appena conquistata la promozione in Serie B (sulla panchina a guidare il Sassuolo c’era un certo Massimiliano Allegri) un ipotetico viandante bulgaro ci avesse detto che 9 anni dopo il Sassuolo si sarebbe qualificato ai gironi di Europa League, probabilmente avremmo rispedito il viandante bulgaro a quel paese, in una casa di cura. E invece passo dopo passo, obiettivo dopo obiettivo, avete raggiunto una storica qualificazione (complice anche la sconfitta del Milan in finale di Coppa Italia contro la Juventus lo scorso anno). Ma il merito è tutto di questi giocatori. E di questa società forte, solida e con i ruoli al suo interno ben definiti. Il duro lavoro ha pagato. Tanto. Il Milan aveva la rosa per arrivare tranquillamente in Europa League lo scorso anno. C’era, sulla carta, sicuramente più talento rispetto alla rosa del Sassuolo. Ma, e questo è proprio il caso di dirlo, il Sassuolo ci ha dato una lezione di vita. Ci ha insegnato che il lavoro duro alla fine ripaga ogni sforzo. Il Sassuolo ci ha insegnato che il lavoro duro batte il talento quando il talento non lavora duro. E allora ve lo ripetiamo un’altra volta: grazie Sassuolo!

potrebbe interessarti ancheSassuolo-Empoli 1-0: Berardi decide il match

notizie sul temaFiorentina-Boateng, è fatta: domani le visite poi la firma sul contratto. Si continua a trattare LirolaFiorentina, si complica Lirola: la chiave è Simeone?Sassuolo-Ciliverghe 10-1 (Video Gol Highlights): goleada neroverde. In evidenza Kolaj e Berardi, autori di una doppietta
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: