Rodriguez-Musacchio-Kessié, Montella ricomincia da tre. Milan, ti serve un bomber

Pubblicato il autore: Antonio Guarini
Montella

Milan, Montella sorride dopo il Craiova

Montella, buona la prima. Era una di quelle partite in cui una squadra come il Milan ha tutto da perdere. Un avversario che ha già cominciato il campionato, tante assenze e incognite. I rossoneri se la sono cavata bene contro il Craiova, grazie anche ad un pizzico di fortuna. Bravo Donnarumma a far restare la partita sullo 0-0, furbo Rodriguez a beffare con una punizione velenosa il portiere avversario. In mezzo per Montella tante cose buone, qualcun’altra un po’ meno. Innanzitutto c’è da registrare la buona prestazione dei nuovi acquisti. Musacchio sempre sicuro in difesa, Rodriguez match winner e Kessié già signore del centrocampo. L’ivoriano è certamente il migliore di questo inizio di stagione rossonero. Nonostante una condizione fisica precaria, l’ex Atalanta ha sopperito alle amnesie di Montolivo e si è proposto spesso anche in avanti. Rodriguez è rimasto guardingo sulla sua fascia di competenza, ma le due discese sono state sempre pericolose. Musacchio ha trasmesso tranquillità ai compagni. Anche a Zapata, per il discontinuo colombiano neanche una sbavatura contro il Craiova.

Attacco da rivedere. I rossoneri sono apparsi piuttosto confusionari in avanti. Il migliore degli attaccanti schierati da Montella è stato Cutrone. L’attaccante classe ’98 si è sbattuto molto, andando anche vicino al gol colpendo un clamoroso palo interno. Confusionario Niang, prima a destra e poi a sinistra, il francese si è applicato molto ma ha concluso poco. Volenteroso Borini. L’ex Roma è andato meglio a destra quando ha sfornato un assist al bacio per Cutrone. Nel secondo tempo c’è stato spazio anche per Andrè Silva. Il portoghese ha difeso bene molti palloni, subendo anche qualche calcione di troppo non visto dall’arbitro. La forma è quella che è, con altri allenamenti nelle gambe non potrà che migliorare. L’impressione però che il nuovo Milan abbia ancora il problema del vecchio Milan, il gol. Non è un caso che Fassone e Mirabelli stiano cercando un bomber di razza sul mercato. Per il Craiova va bene così, ma per la prossima stagione serve qualcosa di più nell’attacco rossonero.

Montella soddisfatto:”Non potevo chiedere di più”

Piuttosto soddisfatto Vincenzo Montella a fine partita.”In questo momento non potevo chiedere di più ai ragazzi, abbiamo fatto quello che potevamo”. L’allenatore rossonero parla dei nuovi acquisti:”Oggi ne abbiamo fatto giocare qualcuno. Bonucci e Biglia non si sono mai ancora allenati con noi, come Romagnoli e Suso. Siamo un po’ in ritardo, ma il tempo per recuperare c’è”. Montella spende una parola buona per Niang:Quest’anno sembra molto più maturo, la sua permanenza è una possibilità. Il talento c’è, deve solo imparare a gestirsi meglio, può essere una risorsa per noi”.

Ora per il Milan c’è una settimana di lavoro per preparare il ritorno con il Craiova. A San Siro potrebbe esserci Calhanoglu, forse anche Suso. In caso di qualificazione al prossimo turno ci saranno anche Bonucci e Biglia, il nuovo Milan di Montella prende sempre più forma.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •