Livorno-Carrarese: agli amaranto basta un punto per tornare in serie B

Pubblicato il autore: Claudia Cella Segui

Derby infuocato quello andato in scena all’Armando Picchi, conclusosi addirittura con scontri accesi tra tifosi avversari a fine partita. Il pareggio è valso per gli uomini di Sottil la promozione diretta in Serie B, data la contemporanea sconfitta interna del Siena contro il Piacenza. Pertanto al fischio finale i tifosi amaranto hanno festeggiato con un’invasione di campo il traguardo raggiunto e non sono mancati gli attacchi verbali da parte e nei confronti della tifoseria ospite, storica rivale dei labronici.

potrebbe interessarti ancheSerie B risultati 3.a giornata: vincono Verona e Palermo, stasera Livorno-Crotone

Il pareggio tra le squadre toscane determina sì la vittoria del campionato dei labronici, ma sotto un’altra prospettiva è indice di un sostanziale equilibrio tra due ottime squadre, ben organizzate e consolidate. Ancora una volta la Carrarese di Baldini, che ha tenuto testa alla capolista in una trasferta tanto complicata, ha dato la sensazione che nel post-season rappresenterà un avversario temibile per chiunque dovrà affrontarla. Se però da una parte gli azzurri sognano la Serie B attraverso la via dei playoff, dall’altra troviamo un Livorno che la promozione diretta se l’è dovuta sudare, perché quando a metà stagione sembrava praticamente tutto deciso, la strada per gli amaranto si è inaspettatamente complicata, motivo per cui le ultime partite sono diventate decisive. Quella del Livorno rimane comunque una vittoria meritata, il giusto premio per un campionato vissuto in testa alla classifica dall’inizio alla fine, nonostante le difficoltà e le pressioni psicologiche che praticamente ogni capolista, a un certo punto della stagione, si trova ad affrontare.

potrebbe interessarti ancheFormazioni Livorno-Crotone Serie B: calabresi a caccia della seconda vittoria

E pensare che la partita dei labronici è iniziata in salita, con il gol del vantaggio ospite al 15′ del primo tempo, firmato da Davide Cais. Al 22′ il Livorno prova a rispondere con Doumbia, ma il suo diagonale viene respinto da Borra. Intanto, al 37′ giunge la notizia del vantaggio del Piacenza a Siena. Il Livorno capisce di avere un’occasione d’oro e che è il momento di riversarsi in avanti alla ricerca del pareggio. Il gol dell’1-1 arriva allo scadere del primo tempo, nei minuti di recupero: a segnare è ancora lui, Daniele Vantaggiato, che approfitta in area di una deviazione sfortunata di un avversario e mette in rete. Il secondo tempo appare molto più piatto, con entrambe le squadre sembrano accontentarsi del pari. La Carrarese ci prova con un tiro di Biasci, deviato in angolo da Mazzoni, il Livorno risponde con il solito Vantaggiato che, dopo essersi liberato di due avversari in area, calcia alto. All’86’ arriva la notizia del doppio vantaggio del Piacenza a Siena e il Picchi esplode letteralmente in un boato. A questo punto sembra tutto deciso sul derby toscano. Al termine dei 3 minuti di recupero inizia la festa dei tifosi e della società amaranto: tutti in campo per festeggiare il ritorno in cadetteria dopo due stagioni in Serie C. Obiettivo raggiunto con una giornata di anticipo; rimane infatti l’ultimo turno di campionato da giocare. Sabato prossimo il Livorno farà visita al Piacenza, mentre la Carrarese affronterà in casa l’Arezzo con l’obiettivo quarto posto, che al momento condivide con Monza e Viterbese.

notizie sul temaSerie B, il Pescara ed il Livorno in una sfida tra ex nel segno di CoccoSupercoppa Serie C, Livorno-Lecce: antipasto di BSupercoppa Serie C: cinquina del Padova al Livorno, che batosta per i toscani
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: