Serie C: Reggiana e Lucchese sempre più a rischio fallimento

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Siamo arrivati al 7 luglio e ormai si può dire con certezza che Reggiana e Lucchese se la rischiano grosso in merito all’iscrizione per il prossimo campionato; ieri scadevano i termini per pagare gli stipendi arretrati ma sia per gli emiliani che per i toscani tutto tace nel caos più totale.

Alla Reggiana servono 4 milioni, gli acquirenti interessati al club granata hanno detto che non vogliono sobbarcarsi anche i debiti accumulati in precedenza e in tutto ciò il presidente Mike Piazza, che è partito per le vacanze, non ha rispettato la scadenza sui contributi e fideiussione.
Oltretutto se il club dovesse fallire, gli emiliani dovranno lasciare lo stadio “Mirabello“, tornato “granata” appena il 25 gennaio scorso con un contratto di due anni più un opzione per altri due, grazie al bando vinto insieme alla Boxe Tricolore Olmedo, bando vinto non tanto per l’offerta economica ma per la qualità del progetto.

potrebbe interessarti ancheSerie D, nobili decadute: Avellino e Bari a valanga, Cesena e Modena vittorie di misura. La Reggiana ko.

Il comune di Reggio Emilia ha già fatto sapere al club che nel momento in cui la Lega Serie C decreterà la sua esclusione dal campionato, qualche giorno dopo gli verrà tolta automaticamente la gestione dello stadio; intanto il ds Andrea Grammatica dopo due anni ha chiuso ogni rapporto con il suo vecchio club ed è entrato nello staff dirigenziale della Primavera della Spal.

Anche la situazione della Lucchese è compromessa, infatti il presidente Lorenzo Grassini, che ieri era a Siena in una stazione dei Carabinieri per sporgere denuncia a causa delle minacce ricevute dai tifosi toscani nei giorni scorsi, ha deciso di disertare anche l’ultimo appuntamento per saldare tutti gli stipendi e i contributi di marzo, aprile e maggio ed iscrivere il club, decidendo di rimettere le sue quote nelle mani di Arnaldo Moriconi, che si appresta a riprendere la società.
L’avventura di Grassini a Lucca è durata poco più di tre mesi, con i tifosi imbufaliti perchè la loro squadra rischia il terzo fallimento in dieci anni e dove attualmente ci sono 4 punti di penalizzazione per gli stipendi non pagati e un minimo di 2 punti fino ad un massimo di 10 per la mancata ricapitalizzazione.

potrebbe interessarti ancheSerie C: la Reggiana non si iscrive, ripartirà dai Dilettanti

Purtroppo per le due società si prospetta un’estate infernale.

notizie sul temaSerie C iscrizioni: Lucchese e Fidelis Andria bocciate dalla Covisoc, speranze per la ReggianaReggiana, rischio iscrizione alla serie C insieme ad altre cinque squadrePlay off Serie C: Siena elimina la Reggiana con un rigore inspiegabile
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: