Carrarese, cuore e passione oltre ogni avversità

Pubblicato il autore: Claudia Cella Segui


Fuori dalle mura della loro casa gridano, cantano, soffrono e poi gioiscono. Non c’è pace per la Carrarese e per i suoi tifosi: prima la notizia della chiusura dell’impianto sportivo a pochi giorni dall’esordio allo Stadio Dei Marmi, poi quattro trasferte nelle prime quattro giornate di campionato, con squadra e supporters costretti a disputare gli incontri casalinghi all’Ettore Mannucci di Pontedera; infine, la notizia delle “porte chiuse” in occasione del big match contro il Novara, quando sembrava, solo pochi giorni prima, che potesse essere consentita l’apertura a capienza ridotta. I tifosi si sono comunque riuniti in gran numero fuori dallo Stadio Dei Marmi e si sono fatti sentire dal primo all’ultimo minuto, dimostrando, ancora una volta, che non saranno le avversità a impedire loro di continuare a sognare. Uno spirito condiviso, a quanto pare, anche dalla squadra che, tirando fuori carattere e coraggio, si è imposta meritatamente per 4-2 e, a fine partita, è uscita per festeggiare insieme ai tifosi. “Abbiamo un sogno nel cuore, vogliamo la promozione”: questo il coro intonato all’ingresso dello Stadio Dei Marmi, mentre scendono lacrime di  emozione sulle guance dei più grandi e dei più piccoli, perché non si assiste spesso a una tale dimostrazione di passione. E la passione continua a trionfare contro ogni difficoltà che, in fondo, se affrontata col giusto spirito, non può che renderti ancora più forte.

potrebbe interessarti ancheCalcio, Serie C: il programma e gli orari della 1.a giornata
potrebbe interessarti ancheAvellino-Catania, statistiche e precedenti: un solo successo siciliano in Irpinia

notizie sul temaArzignano Valchiampo-Modena 2-1: vittoria di misura dei veneti che eliminano i canarini dalla Coppa ItaliaBendtner Reggina, la pazza idea del presidente GalloSerie C, ufficializzati tutti i posticipi del girone d’andata: si comincia con il derby Novara-Juventus U23
  •   
  •  
  •  
  •