Il Real Madrid vince la Liga dopo 5 anni di digiuno

Pubblicato il autore: Ettore Culicetto Segui

Real Madrid
Ronaldo e Benzema decidono l’ultima partita di campionato contro il Malaga assegnando al Real Madrid la trentatreesima Liga della propria storia. Il titolo non a caso arriva nell’anno in cui i blancos hanno dimostrato di essere una vera e propria squadra, dunque non dipendente esclusivamente dalle giocate di Cristiano Ronaldo, il quale è stato artefice di un campionato meno brillante del solito per quanto indubbiamente più che positivo (le reti al termine del torneo sono state 25, mentre negli ultimi sei anni il portoghese non è mai andato sotto la soglia dei 30). Gran parte del merito è indiscutibilmente di Zidane, l’allenatore chiamato il 4 gennaio 2016 a sostituire Rafael Benitez nelle vesti di traghettatore, ai tempi dando l’impressione di essere stato scelto più per una questione di immagine che per le proprie qualità, ma in brevissimo tempo il francese ha dimostrato di saperci fare sulla panchina tanto quanto riusciva a fare in mezzo al campo. In un anno e mezzo Zidane ha reso il Real Madrid una squadra solida e cinica, arrivando a conquistare già una Champions League ed una Liga, senza contare che il tre giugno avrà l’opportunità di entrare nella storia del calcio attraverso la finale di Cardiff, una partita che vedrà l’allenatore dei blancos di fronte al proprio passato. Da quando la coppa dalle grandi orecchie ha assunto questa nuova formula ancora nessuna squadra è riuscita nell’impresa di vincerla per ben due volte di fila, ma l’impressione è che la Juventus di quest’anno non abbia la minima intenzione di rimanere passiva di fronte al possibile record degli avversari: d’altro canto, se il Real Madrid può diventare il primo club a vincere la competizione per due volte consecutive, i bianconeri vogliono ottenere il tanto ambito triplete, risultato altrettanto incredibile. Quale tra le due squadre riuscirà a lasciare un ulteriore segno nella storia del calcio il 3 giugno?

  •   
  •  
  •  
  •