La rinascita di André Silva: da oggetto misterioso nel Milan a bomber di razza con il Siviglia

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Andre Silva – Foto Getty Images© per SuperNews

Chi è il vero André Silva? Quello opaco, spesso demoralizzato visto all’opera non più tardi di una stagione fa tra le fila del Milan, oppure il centravanti famelico che sta facendo le fortune del Siviglia e della nazionale portoghese? Probabilmente, anche in base a quanto affermò Cristiano Ronaldo nell’estate del 2017, anno in cui André Silva si trasferì dal Porto al club rossonero per circa 40 milioni di euro, la versione ufficiale del numero 11 lusitano è proprio quella che stiamo ammirando in questo scorcio iniziale di stagione.

Silva ha al suo attivo 7 centri nella Liga spagnola, reti assai utili al fine di condurre la compagine andalusa al primo posto in classifica, a quota 16, lasciandosi dietro le spalle corazzate del calibro di Barcellona, Atletico Madrid e Real Madrid. Medesimo discorso, anche per quanto concerne le sue performance con addosso la maglia della nazionale portoghese: in due gare disputate in Nations League, André Silva è andato a segno in entrambe le occasioni: nell’1-0 rifilato all’Italia e nel momentaneo pareggio al cospetto della Polonia, prima che la compagine guidata da Fernando Santos prendesse il largo per poi imporsi con il risultato di 2-3.

potrebbe interessarti ancheMilan, Suso ammicca al Real Madrid: “Orgoglioso di essere seguito, bello tornare a casa”

Il giovane portoghese, classe 1995, appare rivitalizzato. Corre, combatte, affronta con ardore gli avversari e soprattutto sta palesando un killer instinct imperdonabile. Niente a che vedere con il calciatore triste e un pò nostalgico visto all’opera all’ombra della Madonnina. Con la maglia del Milan 40 presenze, impreziosite da appena 10 gol, otto dei quali in Europa League e principalmente al cospetto di avversari di medio-basso cabotaggio. In campionato, invece, André Silva ha provato il gusto di esultare solamente in due circostanze: contro il Genoa e il Chievo, per il resto prestazioni deludenti e tanta, troppa panchina.

potrebbe interessarti ancheMilan, Bonaventura si opera al ginocchio. Stagione finita per il centrocampista rossonero ?

In estate Gattuso fece in modo di trattenerlo, provò a convincerlo, ma il portoghese, natio di Gondomar, voleva rinascere da quelle ceneri e così decise di intraprendere un nuovo cammino professionale, approdando in Spagna, dove molto probabilmente respira più da vicino aria di casa. André Silva è in prestito al Siviglia e durante un’intervista rilasciata ieri sera al termine della gara contro la Polonia, non ha escluso categoricamente di tornare in futuro a Milano, ma al momento sta vivendo una fase meravigliosa della sua carriera con addosso la maglia degli andalusi e tale entusiasmo lo sta riproponendo anche in Nazionale. Come appare lontano, per lui, quella parentesi rossonera a tinte prevalentemente grigi.

notizie sul temaMilan, anche Bonaventura out: emergenza totale per Gattuso, Kessiè cambia ruolo?Milan, Higuain out con Lazio e Parma: Gattuso si affida al portafortuna CutroneMilan, Bonaventura rischia l’operazione: il ginocchio non è ancora guarito. Due giornate per Higuain
  •   
  •  
  •  
  •