Ligue 1, esordio ok del PSG. Lucas regola il Lille

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

 

IMG_1875Parte con una vittoria la Ligue 1 dei campioni in carica del Paris Saint Germain che contro il Lille vincono 1 a 0 al termine di un match poco spettacolare e deciso da un gol di Lucas nella ripresa. Merito al PSG che ha giocato per più di un’ora in inferiorità numerica a causa del l’espulsione di Rabiot. Nei parigini, privi di Ibrahimovic (fuori per infortunio) e del nuovo arrivato Di Maria (in tribuna ) brilla la stella di Verratti. L’avvio di gara è tutto di marca PSG che parte con l’atteggiamento di chi vuole far emergere la chiara ed indiscutibile superiorità tecnica rispetto ai padroni di casa del Lille. Nei primi dieci minuti di gioco gli ospiti piazzano le tende nella metà campo del Lille grazie ad un palleggio preciso a centrocampo grazie alla classe di Verratti e di Pastore che fa girare a vuoto Mavuba e compagni. È proprio l’argentino Pastore al 12esimo a creare le prime angosce nell’aria di rigore del Lille ma dopo un doppio dribbling il tiro del ” Flaco” viene ribattuto in calcio d’angolo da un difensore di casa. La pressione del PSG è continua ma dalle parti di Enyeama i parigini non riescono ad arrivare con pericolosità. Dal 20esimo il Lille cambia il proprio atteggiamento mentale riuscendo a mettere in difficoltà il PSG specialmente sulla fascia destra grazie alla velocità ed all’estro di Boufal . Proprio sulla corsia di destra avviene il “suicidio” sportivo della serata del giovane Rabiot che nel giro di pochi minuti incassa un doppio giallo che lascia in inferiorità numerica il PSG. Blanc corre ai ripari arretrando Pastore sulla linea dei centrocampisti e lasciando Cavani in avanti con Lucas ad agire sulla trequarti. Nonostante l’inferiorità numerica i parigini riescono nuovamente a prendere il controllo della gara rendendosi pericolosi, al 37esimo, con un tiro – cross di Aurier che si perde di poco sul fondo. Il Lille sfrutta i maggiori spazi che si aprono a centrocampo rendendosi protagonista di alcune folate offensive che però non vedono mai Trapp impegnato in alcuna parata. Il primo tempo si chiude sullo 0 a 0.

potrebbe interessarti ancheAllegri tra passato, presente e futuro: una notizia che non può lasciare niente invariato

Nella ripresa Blanc inserisce subito un uomo di maggiore copertura, Thiago Motta, per uno con maggiore propensione offensiva, Pastore, mentre il collega Renard opera un cambio perfettamente di segno opposto. Dentro l’attaccante Mendes e fuori il difensore Amadou. È però il Paris Saint Germain a partire meglio creando al terzo minuto una potenziale occasione da gol con Cavani che di testa, su punizione di Lucas, fa la sponda per Aurier che non arriva all’appuntamento con il pallone per un soffio. Il Lille prova a premere sull’acceleratore con il nuovo entrato Mendes che in più di una occasione chiama Luiz agli straordinari. Al 57esimo, però, i campioni di Francia passano in vantaggio. Ed è un gol meraviglioso. Lucas ruba palla a centrocampo imbecca Cavani che spalle alla porta fa la sponda per Matuidi con l’accorrente Lucas che si infila tra le maglie dei difensori del Lille e viene servito da uno splendido pallone di prima che lo manda direttamente in porta. Enyema saltato e palla depositata in rete per l’uno a zero PSG. La risposta del Lille non si fa attendere ed al 60esimo una indecisione di Trapp regala a Mendes la possibilità di battere a rete su un pallone vagante in area di rigore ma il tiro dell’attaccante di casa viene ribattuto dallo stesso portiere del PSG. Con il passare de minuti l’inferiorità numerica si fa sentire nelle gambe dei parigini che arretrano il proprio baricentro lasciando spazio alle folate offensive dei locali che in più di una occasione cingono s’assedio l’aria di rigore del PSG senza però trovare mai la giocata vincente. Se i campioni di Francia tengono bene botta ampio merito va ad un monumentale Verratti che alterna qualità e sostanza come i più navigati veterani della metà campo. Gli ultimi minuti di gara vedono il Lille proteso in avanti, spesso però senza molta organizzazione. In uno degli assalti dei padroni di casa è l’ex Verona Obbadi a creare pericoli all’interno dell’aria di rigore con un tiro che si trasforma in un flipper impazzito che viene liberato con affanno dalla difesa ospite. È proprio questo l’ultimo pericolo del match per i parigini che chiudono la gara d’esordio del campionato 2015/2016 con una sofferta ma meritata vittoria. Senza Ibrahimovic, Di Maria e Lavezzi è stato ugualmente un Paris Saint Germain superiore al Lille che ha da recriminare dal suo canto per non aver saputo sfruttare la superiorità numerica regalata da Rabiot

Lille: Enyema, Sidibe, Amadou (46′ Mendes), Civelli,Pavard, Mavuba (68′ Obbadi), Balmont, Bautheac, Boufal, Corchia, Guirassy ( 61′ Tallo). Allenatore Renard

potrebbe interessarti ancheLIVE Allegri-Juventus, incontro rimandato: ecco la lista delle richieste del tecnico

Paris Saint Germain: Trapp, Aurier, Silva, Luiz, Maxwell, Rabiot, Matuidi, Verratti (72 Stambouli) , Pastore (46′ Motta) , Lucas, Cavani. Allenatore Blanc

notizie sul temaCoppa America 2019: Il Brasile si prepara, Thiago Silva darà forfait?PSG: spogliatoio in subbuglio, Neymar e Tuchel out?Buffon, Neuer e De Gea: la caduta degli dei, cosa sta succedendo ai tre portieri fuoriclasse?
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: