Monaco, Rybolovlev realizza un’altra plusvalenza record con Leonardo Da Vinci

Pubblicato il autore: Giuseppe Segui


Il miliardario russo Dmitrij Rybolovlev, proprietario della società produttrice di potassio Uralkali, acquistò il Monaco nel 2011 e nei primi anni alla presidenza della squadra monegasca acquistò per la cifra complessiva di 155 milioni di euro giocatori del calibro di Radamel FalcaoJames Rodriguez Joao Moutinho. Nel 2014 il divorzio con la moglie , il più caro del secolo, ha ridimensionato le sue spese faraoniche e da allora la squadra francese è divenuta sinonimo di plusvalenze record nelle sessioni di calciomercato. I risultati hanno dato ragione alla nuova politica del presidente russo: l’allenatore portoghese Leonardo Jardim ha guidato la squadra alla vittoria dell’ultima Ligue 1 e alla semifinale di Champions League, persa contro la Juventus.In questi anni  Rybolovlev ha dimostrato di avere un grande fiuto per gli affari. Nell’estate 2017 ha ceduto Mendy Bernardo Silva al Manchester City per 107 milioni di euro complessivi, Bakayoko al Chelsea per 45 milioni di euro, Germain Saint-Maximin per altri 18 milioni di euro e la ciliegina sulla torta Mbappè in prestito con diritto di riscatto per la cifra record di 180 milioni di euro al Paris Saint-Germain. L’ultimo capolavoro del magnate russo è di natura extracalcistica: ha venduto all’asta il “Salvator Mundi” di Leonardo Da Vinci, acquistato nel 2013 per 127,5 milioni di dollari, per la cifra esorbitante di 450,3 milioni di dollari.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: