Qualificazioni Mondiali: Neymar apre il Brasile show, 5-0 alla Bolivia (VIDEO)

Pubblicato il autore: Antonio Guarini
brasile

Neymar

Il Brasile di Tite continua la sua rincorsa nel girone sudamericano per le Qualificazioni Mondiali per Russia 2018, il 5-0 alla Bolivia certifica il buon stato di salute della nazionale verdeoro. Gli esperimenti fantasiosi di Dunga sembrano già un lontano ricordo, il nuovo c.t. Tite disegna un 4-2-3-1 con Marquinos e Miranda centrali di una difesa tornata finalmente affidabile. A proteggere la terza linea del Brasile la coppia di mediani Giuliano-Fernandinho, davanti il trio fantasia Coutinho-Augusto.Neymar dietro Gabriel Jesus. All’11’ la partita è già sbloccata, Neymar ruba palla a Raldes, dialoga stretto con Gabriel Jesus e deposita in rete il gol del vantaggio del Brasile. Il secondo gol dei padroni di casa è da incorniciare. Dani Alves scambia con Giuliano sulla destra, restituendo di tacco il pallone alla mezzala dello Zenit, che salta Zenteno e serve Coutinho, il quale appoggia in rete, pratica chiusa dopo 26 minuti di gioco. Nel primo tempo il Brasile dilaga, Neymar continua a incantare, la stella del Barcellona approfitta di una svista arbitrale per rientrare dal fuorigioco e servire Filipe Luís che arriva dalla sinistra per segnare il 3-0 al 38′. L’assist del quarto gol del Brasile porta ancora la firma di Neymar, che serve Gabriel Jesus, il quale beffa Lampe con un bel colpo sotto al 43′. La Bolivia non è in gara, Alisson è uno spettatore non pagante. Ripresa di pura accademia, con Neymar protagonista di un duello rusticano con i difensori boliviani, al 75′ è Firmino a realizzare il gol che da l’esatta dimensione al punteggio. Con questa vittoria il Brasile si porta a 18 punti, ad una sola lunghezza dall‘Uruguay capolista.
I verdeoro possono guardare con rinnovato ottimismo alla prossima partita di Qualificazioni Mondiali, nel prossimo turno il Brasile farà visita al fanalino di coda Venezuela, sconfitti per 3-0 dall’Uruguay. Sono già cinque i risultai utili consecutivi del Brasile di Tite, Dunga è già un ricordo sbiadito, la Russia è un po’ più vicina per Neymar e compagni.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •