Russia 2018, 23 qualificate. Debutto per Islanda e Panama, fuori gli Usa

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
Russia 2018

Russia 2018, ecco il quadro delle partecipanti al Mondiale

Russia 2018, sono già 23 le qualificate ai Mondiali. Ne mancano 9, per completare il quadro delle partecipanti ai prossimi campionati del mondo, mancano 9 nazionali. Nella notte hanno staccato il pass iridato le quattro sudamericane: Brasile, Uruguay, Argentina e Colombia. Il Perù dovrà giocare lo spareggio contro la Nuova Zelanda per tornare a giocare un mondiali dopo quello di Spagna ’82. Clamorosa l’eliminazione del Cile, due volte campione del Sudamerica nel 2015 e nel 2016. Sanchez e compagni sono stati travolti nell’ultima partita dal Brasile, per 3-0. L’eliminazione della Roja però ha radici nelle partite precedenti. Ora toccherà al c.t. Pizzi gestire un ricambio generazionale, inevitabile e doloroso. Saranno molto i giocatori che per questioni anagrafiche non faranno più parte della nazionale cilena. La mancata partecipazione a Russia 2018 accelererà questo processo.

Ancor più clamorosa per certi versi l’eliminazione degli Stati Uniti. Ai giocatori a stelle e strisce bastava vincere contro Trinidad e Tobago, fanalino di coda, per andare ai Mondiali. Invece è arrivata una sconfitta che ha consentito a Panama di conquistare la sua prima, storica, partecipazione ad un campionato del mondo. L‘Honduras invece giocherà uno spareggio con l’Australia, che ha eliminato a sua volta la Siria. Debutto ad un mondiale dunque per Panama. Una nazione di poco più di quattro milioni di abitanti, che si farà conoscere per qualcos’altro oltre al celebre canale. Nella zona centro-nord americana si sono qualificate per Russia 2018 anche Messico e Costa Rica.

Russia 2018, Islanda da record. Mancano quattro europee all’appello per il Mondiale

A Russia 2018 ci sarà anche una debuttante europea, l‘Islanda. Dopo l’ottimo europeo disputato in Francia gli uomini-geyser hanno vinto un girone impegnativo che comprendeva anche Croazia, Ucraina e Turchia. Segno che gli islandesi hanno costruito una squadra molto competitiva. Se si pensa che l’Islanda ha solo 400mila abitanti si può gridare al miracolo calcistico. Nella zona europea le altre qualificate sono: Germania, Spagna, Inghilterra, Francia, Polonia, Belgio, Portogallo e Serbia. Oltre naturalmente alla Russia, paese ospitante. Per completare il quadro ne mancano ancora 4 che verranno fuori dai playoff di novembre. Sorteggio il 17 ottobre con Italia, Croazia, Svizzera e Danimarca teste di serie. Grecia, Irlanda, Irlanda del Nord e Svezia saranno nell’altra urna.

Per il resto sono sei le altre qualificate a Russia 2018: Arabia Saudita, Corea del Sud, Giappone e Iran (Asia), Nigeria, Egitto (Africa). Le restanti 9 squadre che mancano all’appello sono suddivise in questo modo: 4 europee, 3 africane, una dallo spareggio Perù-Nuova Zelanda e una dal quello tra Australia-Honduras. Il 1 dicembre è previsto il sorteggio della fase finale a Mosca. La corsa verso Russia 2018 continua, appuntamento a metà novembre per i verdetti finali.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •  
Tags: