Chelsea, Sarri si giustifica:”Non ho visto Guardiola”

Pubblicato il autore: Francesco Fiori Segui

Maurizio Sarri esce con le ossa rotte dalla sfida contro il Manchester City di Guardiola. Ma oltre la disfatta clamorosa, 6-0, fa discutere la mancata stretta di mano con l’allenatore spagnolo, che nel dopo gara smorza i toni e conferma le parole del tecnico italiano: “Non ho visto Guardiola, lo vedrò nel dopo gara, volevo solo andare negli spogliatoi“.
Che sia la fine del Sarrismo in Premier? 
Il 6-0 rifilato da Guardiola al Chelsea di Sarri mostra tutti i limiti della squadra più caotica della Premier, con un proprietario che è capace di esonerare sia Mourinho che Conte e che ora, dopo il lungo corteggiamento verso l’allora tecnico del Napoli, vede l’ennesimo fallimento in panchina.
Fanno riflettere le parole di Hazard precedenti al City, con Sarri visto quasi come un vecchietto insegnante di calcio, senza quella paura di fallire che si può avere con i predecessori di Maurizio, una sorta di menefreghismo che denota un gioco che col “Sarrismo” non ha niente a che fare.
Il Chelsea è il club più complicato della Premier e neanche l’arrivo di Higuain ha dato la scossa necessaria all’ambiente, che perde una partita con l’avversario più ostico del momento, il City.
Perché i demeriti dei Blues nascono dal calcio esagerato che oggi Guardiola sta riproponendo a Manchester, una sinfonia che col miglior De Bruyne rischia di essere il top in Europa, con le grandi di Champions che stanno in allerta.
Così come il Liverpool che ora ha la pressione di riprendersi la vetta solitaria della Premier, una vetta che il Chelsea vede a meno 15, nel disastro più totale.

potrebbe interessarti ancheNeymar-Juventus: Dani Alves la chiave della trattativa?
potrebbe interessarti ancheAmichevoli Juventus, il calendario estivo dei bianconeri: Sarri esordisce il 21 luglio contro il Tottenham

notizie sul temaHiguain resta alla Juventus? Il fratello agente: “Fino alla fine”Dani Alves-Juventus: si tratta a Torino per il ritorno del brasilianoKean-Inter: la Juventus potrebbe sacrificarlo per Icardi
  •   
  •  
  •  
  •