Milan Montella vola con Bonaventura. Bacca non segna più, via a gennaio?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Milan Montella batte il Pescara e scavalca il Napoli al terzo posto, un piazzamento inaspettato a inizio stagione. Bacca non segna da quattro partite, il Psg continua a corteggiarlo, partirà a gennaio?

milan montella

Milan Montella trascinati da Bonaventura

Milan Montella al terzo posto con 22 punti in undici giornate, a più otto dall’Inter che in estate veniva accreditata da tanti per il ruolo di anti-Juve, non male per l’Aeroplanino che resta però con i piedi per terra. I rossoneri hanno vinto con il Pescara, ma hanno sofferto fino alla fine prima di poter festeggiare la quarta vittoria consecutiva casalinga. Decisivo contro gli uomini di Oddo Jack Bonaventura, che dopo un inizio di campionato balbettante è ormai padrone del ruolo, alla Borja Valero, che Montella gli ha ritagliato addosso. L’ex atalantino canta e porta la croce nel Milan, dovendo sopperire a qualche amnesia del giovane Locatelli e al tempo stesso cercando di dare qualità alla manovra rossonera negli ultimi 30 metri. Bene la difesa contro il Pescara, anche se Gustavo Gomez non sembra ancora pronto per un palcoscenico come quello della serie A, contro il Palermo ci sarà il rientro di Paletta al fianco di Romagnoli. In mezzo male, molto male Sosa, l’argentino alla seconda da titolare ha mostrato tutto il peggio del suo repertorio: lentezza, palloni persi e scarso appoggio a Suso sulla sua fascia di competenza. Luci e ombre in avanti, Suso sempre incisivo ma discontinuo, Niang pasticcione, ma anche sfortunato sul palo e debilitato dall’attacco febbrile avuto alla vigilia. Opaca la prova di Bacca, l’ex Siviglia appare poco brillante e il più delle volte avulso dalla manovra dei compagni. Montella Milan non possono fare a meno dei gol del proprio centravanti, che non segna da quattro partite di fila e che ha mostrato un certo malumore al momento del cambio con Luiz Adriano. Le dichiarazioni, forse troppo frequenti, del procuratore di Bacca non aiutano l’ambiente intorno al colombiano, sempre corteggiato dal Psg del suo vecchio mentore Emery. Il cattivo stato di forma di Bacca condizione tutta la manovra offensiva del Milan, in questo senso non si capisce l’ostracismo di Montella verso Lapadula. L’ex Pescara è rimasto in panchina per tutto il match contro la sua ex squadra, eppure quando Montella lo ha chiamato in causa ha sempre risposto in modo positivo. Contro il Chievo ad esempio i movimenti e il pressing di Lapadula hanno aperto la via del gol a Kucka e Niang. La generosità e il dinamismo del bomber abruzzese sarebbero stati preziosi in una partita come quella contro il Genoa, ma evidentemente Montella non la pensa così, visto il suo insistere sul Bacca appannato di queste settimane.

potrebbe interessarti ancheMilan-Sampdoria Primavera 0-0 (Video Highlights): incubo retrocessione per i rossoneri

Milan Montella:” Vorrei più felicità intorno a noi, stiamo riconquistando i tifosi”

Soddisfatto, molto soddisfatto Montella alla fine del match contro il Pescara:” Questa vittoria vale come e più di quella contro la Juventus, vorrei più felicità intorno al Milan, è un momento topico della stagione”. Milan Montella ha parlato dei singoli:” Bacca mi è piaciuto, ha avuto diverse palle gol, Luiz Adriano e Lapadula stanno facendo bene, non partiranno in prestito a gennaio”. L’aeroplanino parla anche dell’esordio assoluto di Pasalic:”Sta migliorando fisicamente, è entrato benissmo in partita. Ha delle doti importanti, fossi per me lo comprerei dal Chelsea”. Infine il mister rossonero ha una parola per i tifosi:” L’atmosfera sta cambiando intorno a noi grazie ai risultati, voglio sempre più tifosi allo stadio, oggi ci hanno incitato fino alla fine, li ringrazio a nome dei ragazzi”.
Il Milan Montella sono in alto, è chiaro che in casa  rossonera nessuno si illude, ma il closing si avvicina, così come il mercato di gennaio, dove Fassone e Mirabelli cercheranno di rinforzare la rosa milanista, l’Aeroplanino non vuole far smettere un volo appena iniziato.

potrebbe interessarti ancheMilan, “Rivoluzione di Gazidis”: via Gattuso e Leonardo?

notizie sul temaAllegri tra passato, presente e futuro: una notizia che non può lasciare niente invariatoMilan, Leonardo a rischio senza ChampionsMilan, salvate il soldato Gattuso
  •   
  •  
  •  
  •