Milan, l’Europa si avvicina. Aprile decisivo per Montella

Pubblicato il autore: Antonio Guarini
milan

Milan, l’Europa si avvicina, ma servono i gol per sognare

Milan, prossima fermata Europa. Torino e Cagliari fanno un favore ai rossoneri, fermando sul pareggio rispettivamente Inter e Lazio. Gli uomini di Montella ora si trovano a quattro punti dai biancocelesti e due dai nerazzurri. Un weekend da incorniciare per il tecnico rossonero, che ha battuto il Genoa e che ha accorciato le distanze sugli avversari. Tra le pretendenti all’Europa c’è anche l‘Atalanta che in classifica precede i rossoneri di due punti, con lo scontro diretto in programma a Bergamo il 14 maggio, alla terzultima giornata. La sosta di campionato arriva nel momento giusto per il Milan, Montella potrà recuperare squalificati e infortunati in vista di un aprile che sarà decisivo per i rossoneri. Pescara, Palermo, Inter,Empoli e Crotone, queste le cinque giornate rossonere previste nel prossimo mese. Derby a parte un calendario che potrebbe dare una mano, visto anche che nel girone di andata il Milan ha totalizzato 13 punti sui 15 disponibili nelle stesse partite. Se non fosse stato per il gol di Perisic nel recupero, i rossoneri avrebbero fatto percorso netto, cosa che Montella si augura di fare nelle prossime partite. Inutile dire che il derby del 15 aprile sarà l’appuntamento da non fallire per entrambe le squadre in cerca di punti per l’Europa. Una stracittadina di fondamentale importanza, visto che la Lazio avrà turni tutt’algtro che favorevoli sulla carta: Sassuolo in trasferta, Napoli all’Olimpico e Genoa a Marassi. Analogo discorso per si può fare per l‘Atalanta che nelle prossime tre giornate dovrà affrontare Genoa e Roma in trasferta, mentre riceverà il Sassuolo a Bergamo. L’Inter prima del derby avrà prima la Sampdoria in casa e poi il Crotone in trasferta, due match abbordabili per i nerazzurri di Pioli. Presumibilmente quindi Inter e Milan arriveranno al derby separate da due punti, la stracittadina diventa quindi un crocevia decisivo per le due squadre. Soprattutto per i nerazzurri, visto che dopo il match contro il Milan dovranno giocare con la Fiorentina al Franchi e con il Napoli a San Siro.

Milan, il calendario può dare una mano, ma Montella ha bisogno dei gol di Bacca e Suso

Calendario alla mano il Milan può davvero sperare di scalare qualche posizione nel mese di aprile, ma Montella ha bisogno di più gol. I rossoneri in questa stagione hanno vinto 12 partite per un gol di scarto, segno di grane cinismo, ma  anche segnale di qualche problema offensivo. I rossoneri hanno infatti il peggior attacco delle prime otto della classifica di serie A, con 42 reti segnate in 29 partite. E’ chiaro che l’infortunio di Bonaventura prima e Suso poi hanno tolto molta inventiva alla manovra offensiva del Milan. Montella dopo la sosta spera di contare sulla vena realizzativa ritrovata di Bacca, che prima della squalifica aveva segnato per tre partite consecutive. Il colombiano però da solo non basta, Deulofeu e Ocampos, bravi nel lavorare ai fianchi le difese devono essere più incisivi sotto porta. Magari servirà anche qualche gol dei centrocampisti, vedi Mati Fernandez contro il Genoa, il cileno potrebbe essere un’arma in più per il finale di stagione. Per l’Europa servono i gol, ma questo da bomber consumato Montella già lo sa, il diavolo si aggrappa alla sua unica certezza attuale, l’Aeroplanino.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •