Milan, Mati Fernandez fa sorridere Montella. Un derby con l’Inter lungo un mese

Pubblicato il da Antonio Guarini
milan

Milan, Mati riavvicina l’Inter

Milan, Mati Fernandez fa tornare il sorriso a Montella, il gol del cileno contro il Genoa consegna tre punti fondamentali per la rincora europea dei rossoneri. Gara non facile per il Milan, contro un Genoa tutto votato alla difesa, con Simeone unica punta. Non si può dire che la cura Mandorlini ha dato gli effetti sperati dal presidente Preziosi, 4 punti in 4 partite non sono proprio un bilancio lusinghiero. Match ultradifensivo dei rossoblu, che forse potevano tentare qualcosa in più contro un Milan decimato dalle assenze. Per i rossoneri era fondamentale vincere, anche per sfruttare al meglio il mezzo passo falso dell’Inter contro il Torino. Match come detto deciso da Mati Fernandez, fortemente voluto da Montella, ma penalizzato da tanti infortuni nel corso della stagione. Primo gol in rossonero per l’ex Fiorentina, autore di una partita importante a centrocampo, ben coadiuvato da Kucka e Locatelli. Il giovane regista, reduce da una settimana di influenza, è entrato dopo 3 minuti al posto di Bertolacci ed è sembrato tornare sui suoi migliori livelli. In attacco bene Deulofeu, ancora una volta, lo spagnolo non si risparmia mai, gasato anche dalla chiamata in Nazionale, dopo tre anni. Discretamente bene anche Ocampos, così come Lapadula, ottimo lottatore, che ha impreziosito la sua prestazione con l’assist vincente per Mati Fernandez. In difesa c’è stato un ottimo De Sciglio, molto a suo agio sulla destra, Paletta-Zapata hanno vissuto una serata tranquilla, dopo qualche svagatezze iniziale. Nota colorita per Vangioni, con lui in campo il Milan non perde mai, Montella ha trovato il suo talismano per il finale di stagione. Ora arriva una sosta che può fare proprio al caso del Milan, utile per recuperare forze mentali e fisiche per lo sprint di primavera con vista sull’Europa.

Milan, un derby con l’Inter lungo un mese

Due punti, tanto è la distanza tra Inter e Milan in classifica, presumibilmente le due squadre arriveranno così al derby del 15 aprile. Dopo la sosta i rossoneri affronteranno il Pescara in trasferta e il Palermo in casa, mentre i nerazzurri giocheranno contro Samp in casa e Crotone fuori. Impegni tutt’altro che proibitivi, che condurranno le due milanesi ad un derby, assolutamente decisivo. Con il pareggio di Torino l’Inter dovrebbe aver abbandonato le residue velleità di Champions League, così i nerazzurri devono difendere il quinto posto. Senza dimenticare che tra le due litiganti c’è sempre il terzo incomodo, l‘Atalanta di Gasperini, che non mollerà fino alla fine. Dopo la sosta Montella recupererà Romagnoli, Sosa e Bacca dalle squalifiche post Juventus Stadium, mentre Suso dovrebbe essere pronto proprio per il derby. Il Milan è in salute, cinque vittorie nelle ultime sei partite, senza il rigore di Dybala sarebbero 9 i risultati utili consecutivi. Manca ancora un mese al derby Inter-Milan, sarà il primo derby giocato all’ora di pranzo, closing rossonero permettendo potrebbe essere il primo derby cinese, di sicuro sarà un match decisivo per il destino degli uomini di Pioli e Montella, con un’Europa da conquistare.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •