Napoli-Roma con l’incubo preliminare Champions League. Ecco perché fa così paura

Pubblicato il autore: Antonio Guarini
napoli-roma

Napoli-Roma, incubo preliminare

Napoli-Roma, un secondo posto che vale oro. Il duello tra Sarri e Spalletti è uno dei motivi di interesse degli ultimi 180 minuti del campionato di serie A. I giallorossi hanno un punto di vantaggio che potrebbe rivelarsi decisivo al termine della stagione. La Roma nelle ultime due giornate affronterà prima il Chievo in trasferta e poi il Genoa all’Olimpico.  Il Napoli giocherà invece prima al San Paolo contro la Fiorentina, per poi chiudere a Genova contro la Sampdoria. Un calendario che sembrerebbe favorire i giallorossi, ma nel finale di campionato nulla è scontato. La conquista del secondo posto è fondamentale per pianificare al meglio i programmi per la prossima stagione.

Napoli-Roma, il mercato dipende dalla Champions League. Arrivare secondi significa qualificarsi direttamente per la fase a gironi della ricca Champions League. Significa poter contare su risorse certe per il mercato, così come significa vivere un’estate senza lo stress di partite ufficiali. Per chi arriva terzo invece si prospettano mesi di dubbi, di incertezze, magari anche di qualche doloroso sacrificio per operare al meglio sul mercato. La prossima sarà poi la stagione che condurrà al Mondiale di Russia. Questo vuol dire che sarà un’annata compressa e piena di impegni ravvicinati. Una stagione quindi da preparare al meglio, senza l’ansia da preliminari.

Napoli-Roma, i precedenti insegnano. Nelle ultime sette stagioni solo un’italiana ha passato le forche caudine del preliminare di Champions League. E’ stato il Milan di Allegri nella stagione 2013/2014 ad eliminare il Psv Eindhoven e accedere alla fase a gironi della Champions League. Napoli e Roma sono state entrambe vittime del preliminare in anni recenti. Gli azzurri con Benitez nel 2014 furono eliminati dall‘Athletic Bilbao, mentre i giallorossi lo scorso agosto sono stati fatti fuori dal Porto. Precedenti che quindi insegnano che, se è possibile, è meglio evitare il playoff di Champions League di agosto.

Napoli-Roma, preliminare da evitare come…l’Europa League

Napoli-Roma e l’Europa League scomoda. Uscire sconfitti dal preliminare di Champions League vuol dire disputare l’Europa League. Una competizione che condiziona tantissimo le stagioni della squadre. Basti vedere il Sassuolo di Di Francesco, falcidiato dagli infortuni dovuti al doppio impegno. Oppure il Manchester United di Mourinho, che per arrivare in fondo all’Europa League ha dovuto sacrificare il campionato. Anche la Roma di questa stagione è stata condizionata dall’Europa League, una competizione lunga e massacrante. Per chi vuole ambire a contrastare la Juventus in campionato sarebbe più un fastidio che un’opportunità.

Napoli-Roma, chi merita di più? Azzurri e giallorossi sono due squadre che per certi versi si somigliano molto. Belle da vedere nei momenti buoni, ingenue in quello meno propizi. La Juventus è una corazzata, ma se Sarri e Spalletti non avessero dilapidato punti qua e là, forse lo scudetto bianconero sarebbe stato ancora più incerto. Entrambe forse hanno espresso il loro massimo in questa stagione, soprattutto dal punto di vista offensivo. Il Napoli ha il miglior attacco del campionato. La Roma ha in Dzeko l’attuale capocannoniere. Nella prossima stagione dovranno cercare di migliorare la difesa. E’ lì che in Italia si fa la differenza, Juve docet. A fine campionato nessuna delle due potrà dire di aver meritato più dell’altra. Anche perché i due confronti diretti si sono risolti con una vittoria per parte. 180 minuti di passione e poi sarà tempo di verdetti, Napoli-Roma, il duello sta per terminare.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •  
Tags: ,