Juventus-Fiorentina, turno di riposo per Higuain? Si scaldano Douglas Costa e Bernardeschi

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
higuain

Allegri con Higuain in panchina contro la Fiorentina?

Higuain in panchina contro la Fiorentina? Non è un inizio di stagione facile per Gonzalo Higuain. Il compagno e connazionale Dybala segna a raffica mentre lui osserva. Dopo la batosta contro il Barcellona l’ex Palermo ha subito reagito contro il Sassuolo segnando una tripletta. Il Pipita invece ha finito la partita stanco e sostituito. Allegri sa che il bomber argentino deve essere gestito in maniera perfetta anche dal punto di vista psicologico. Mercoledì sera alla Stadium arriva la Fiorentina, la squadra a cui Higuain ha segnato il primo gol ufficiale in maglia bianconera. Era la prima giornata, il Pipita entra nel secondo tempo sull’1-1 e segna il gol decisivo per gli uomini di Allegri. Stavolta invece Higuain potrebbe osservare i compagni dalla panchina, almeno inizialmente. Nessuna punizione è chiaro, ma Allegri ha tante frecce in attacco da poter sfruttare. Contro i viola di Pioli potrebbero avere spazio dal primo minuto sia Douglas Costa che Bernardeschi. I due nuovi acquisti sono stati utilizzati con parsimonia da Allegri fino ad ora. Il brasiliano potrebbe giocare da centravanti in coppia con Dybala. Il talento di Carrara potrebbe giocare al posto di Mandzukic, bisognoso anche lui di riposo.

Juventus-Fiorentina è sempre una partita speciale vista la rivalità tra le due squadre. I bianconeri, vincendo, potrebbero dar vita alla prima mini fugga stagionale. L’Inter sarà impegnata nella non facile trasferta di Bologna. Impegno fuori casa anche per il Napoli di Sarri che giocherà all’Olimpico di Roma contro la Lazio. All’Allianz Stadium arriva una Fiorentina in salute. Astori e compagni sono reduci da due vittorie di fila. La Juventus sarà un ottimo esame per capire a che punto sono i ragazzi di Pioli.

Higuain, come l’anno scorso e come l’anno prima

Cominciare la stagione non a mille sta diventando una prerogativa di Gonzalo Higuain. Anche nello scorso campionato il Pipita faticò a carburare. Si disse che era una conseguenza del cambio di preparazione e dell’estate turbolenta vissuta al centro del calciomercato. Quest’anno si parla di un Higuain condizionato dalla mancata convocazione nella nazionale argentina. Anche per i prossimi impegni, decisivi per la qualificazione ai Mondiali di Russia, il c.t. Sampaoli ha preferito Icardi al Pipita.

La verità è che Higuain è in possesso di una struttura fisica che richiede tempo per arrivare al 100%. Per uno con il suo fisico è impossibile essere al top della condizione fisica a metà settembre. Discorso diverso per Dybala, agile e veloce. Se ci si mette poi che storicamente le squadre di Allegri cominciano a carburare a ottobre si capisce perché Higuain stenta dal punto di vista fisico. Per il Pipita sarà molto importante la sosta di ottobre, dove potrà lavorare per mettere a posto la propria condizione. Certo per lui è un grande dispiacere non vestire la maglia dell’Argentina. Invece Allegri pensa di poter contare su un Pipita tirato a lucido per metà ottobre, intanto un po’ di sana panchina non gli farà certo male. Quella non fa mai male a nessuno.

  •   
  •  
  •  
  •