Milan, Montella avanti sull’asse Kessié-Biglia. Quale attacco con la Sampdoria?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui


Milan, Montella avanti adagio. Due rigori, netti, e la Spal è battuta. Il Milan centra la seconda vittoria consecutiva in campionato e guarda al prossimo impegno con la Sampdoria. Contro la Spal si è vista una squadra in controllo del match che ha concesso poco o nulla all’avversario. Il 3-5-2 garantisce una buona copertura del campo e protegge bene una difesa in cui Bonucci sta crescendo di rendimento. Il capitano rossonero, con un ottimo Zapata al fianco, sta diventando sempre più leader e comandante di una difesa che sta migliorando in tutti i suoi elementi. Sugli esterni ottima prova di Ricardo Rodriguez. Lo svizzero ha propiziato l’azione del rigore, poi trasformato dal lui stesso in modo impeccabile. L’ex Wolfsburg è sempre più una certezza per Montella sulla sinistra.

Così come la coppia Kessié-Biglia in mezzo al campo. Sono loro l’asse portante su cui il tecnico rossonero sta costruendo il nuovo Milan. L’ivoriano gioca a tutto campo, coprendo davanti alla difesa e proponendosi in attacco. L’ex atalantino si è anche procurato il secondo rigore, segnandolo con la solita freddezza. Biglia ha giocato una partita da professore. L’argentino, elogiato da Montella a fine partita, è stato sempre nel vivo del gioco. L’ex laziale da sempre il proprio appoggio ai compagni, non disdegnando qualche conclusione in fase offensiva. Tutto un altro giocatore rispetto a quello spento e opaco visto nella debacle contro la Lazio. Calhanoglu è piaciuto, più in fase difensiva che in quella offensiva. Il turco non tira mai indietro la gamba, ma da lui ci si aspetta qualche giocata di qualità in più. Meno bene l’attacco, dove Montella non ha ancora trovato la quadratura del cerchio.

Milan, Montella con il rebus attacco per la Sampdoria

E’ sempre l’attacco al centro dei pensieri dubbiosi di Vincenzo Montella. Kalinic, pur non segnando contro la Spal, ha dato il suo buon contributo. L’ex viola si è procurato il primo rigore e ha giocato bene di sponda, pur concludendo poco. André Silva ha fatto un passo indietro rispetto alla tripletta con l’Austria Vienna. Il portoghese deve abituarsi a giocare negli spazi angusti del campionato di serie A. La tecnica non manca all’ex Porto, che deve velocizzare il tempo di giocare ed essere più famelico in area di rigore. Nel finale sono entrati anche Bonaventura e Suso, che potrebbero essere titolari contro la Sampdoria.

Anche a Genova Montella farà turnover. Come ricordato dal tecnico rossonero quella contro la Samp sarà la sesta partita consecutiva giocata ogni tre giorni. In questi periodi bisogna cercare di gestire al meglio la rosa a propria disposizione. Altrimenti si rischia di fare come la Lazio, che ha perso quattro giocatori per infortunio contro il Napoli. Montella domenica contro la Samp probabilmente schiererà il solo Kalinic in avanti, con Suso alle sue spalle. La Sampdoria di Giampaolo è avversario molto complicato da affrontare, soprattutto in trasferta. Dopo la trasferta di Genova ci sarà il Rijeka in Europa League e la Roma in campionato, entrambe a San Siro. Poi arriverà la sosta prima del derby con l‘Inter con l’incognita nazionale. Per Montella e il Milan il momento è già decisivo.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •