Roma, Florenzi-Dzeko e Di Francesco torna a sorridere con il Verona

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
florenzi

La Roma ritrova vittoria e Florenzi con il Verona

Roma, che ritorno per Florenzi. Dopo 325 giorni è tornato a giocare una partita vera da titolare della Roma. Non poteva esserci miglior serata per Alessandro Florenzi e la Roma. Il jolly giallorosso ha giocato un’ottima partita da terzino destro, fornendo anche un delizioso assist a Dzeko per. Il 16 settembre è decisamente un giorno fortunato per Florenzi. Nel 2015 in Champions League segnò quell’incredibile gol contro il Barcellona da centrocampo. Nel 2012 segnò al Bologna il suo secondo gol in serie A. Sempre il 16 settembre, ma del 2014 Florenzi è andato sempre a segno contro il Parma. Davvero un peccato per lui che il 16 settembre cada una volta l’anno. Cabala a parte il ritorno di Florenzi per la Roma è fondamentale per dare equilibrio a tutta la squadra. Oltre al ritorno in campo di Florenzi c’è stato quello al gol di Edin Dzeko. Il bomber bosniaco ci ha messo un po’ per inquadrare la porta contro il Verona, ma poi si è sbloccato, prima di testa e poi di piede. Sono già tre i gol in campionato in tre partite per l’ex Manchester City, sempre più punto di riferimento per l’attacco della Roma.

Contro il Verona è piaciuto, molto, Lorenzo Pellegrini. All’esordio da titolare al fianco di De Rossi e Nainggolan il giovane centrocampista giallorosso ha fatto vedere tutto il repertorio. Corsa, intelligenza tattica e tiro da fuori. L’impiego di Pellegrini consente a Nainggolan di essere più libero, come si è visto nell’occasione del gol segnato dal belga. Bene anche la difesa, con Alisson che ha mantenuto la porta inviolata per la seconda partita consecutiva. Certo il Verona di Pecchia è stato ostacolo tutt’altro che insormontabile, ma vincere aiuta sempre a vincere.

Florenzi, ritorno prezioso anche per Ventura

Il ritorno in campo dopo quasi un anno di Alessandro Florenzi fa sorridere, eccome, anche Giampiero Ventura. Il c.t. azzurro infatti non vede l’ora di riaccogliere a Coverciano un elemento fondamentale per la sua Nazionale. Florenzi, come si è visto in Roma-Verona, è un elemento che riesce a dare equilibrio sia nella fase offensiva che in quella difensiva. Il jolly giallorosso può giocare su tutti i ruoli della fascia, basso o alto in un 4-2-4 o esterno in un 3-5-2. Ventura si augura quindi che la salute assista Florenzi per i prossimi impegni azzurri, a partire dallo spareggio di novembre.

La serata dell’Olimpico ha fatto da spot in chiave azzurra per un altro elemento della rosa di Di Francesco, Lorenzo Pellegrini. Ventura ha già fatto esordire il giovane centrocampista giallorosso. Dopo le ottime stagioni con il Sassuolo, ora Pellegrini sta scalando le gerarchie nella Roma. Il classe ’94 può giocare in tutto le zone del campo. Fossimo in Ventura lo terremo molto d’occhio. Con il secondo posto in tasca i prossimi match con Albania e Macedonia potranno essere sfruttati per degli esperimenti. Pellegrini è qualcosa di più di una semplice promessa, Di Francesco e anche Ventura se ne stanno accorgendo. Meglio che lo facciano alla svelta.

  •  
  •   
  •  
  •  
  •   
  •